Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Una telefonata ti cambia la vita. Chi è Francesco Calzona, il promesso sposo del Napoli

Una telefonata ti cambia la vita. Chi è Francesco Calzona, il promesso sposo del NapoliTUTTO mercato WEB
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
martedì 20 febbraio 2024, 09:47Serie A
di Andrea Losapio

"Ero fermo a un distributore di Arezzo, vicino a casa mia". Fermarsi a fare benzina può essere la svolta di una carriera? Dipende. Per Francesco Calzona, strano ma vero, potrebbe essere andata così. Perché nel corso di quel rifornimento - a proposito, non bisognerebbe usare il cellulare vicino al distributore - lo chiama al telefono Hamsik, per un'offerta di lavoro. "Con Marek eravamo rimasti in contatto dai tempi di Napoli, ma non avrei mai pensato che mi domandasse: ti interessa allenare la Slovacchia? Gli ho detto: finisco di far gasolio e ci penso. In realtà l'ho richiamato già dopo dieci minuti. Era una proposta alla quale non potevo dire no...".

Anche perché Francesco Calzona era sì stato il vice di Sarri, nel triennio a Napoli, poi collaboratore tecnico di Spalletti, nel 2021-22.Oppure Di Francesco, a Cagliari. Ma come è possibile fare un salto da allenatore in seconda di un club, pur interessante, a una nazionale che giocherà Euro2024? Appunto, le connessioni nel mondo del calcio sono tutto e Calzona ora lo sa benissimo. Perché, ed è incredibile, la sua carriera è sempre stata quella del vice: da Avellino a Verona, Perugia e Grosseto, Alessandria e Sorrento. Per poi fare il salto, appunto, all'Empoli.

Il modulo preferito è il 4-3-3, con un'impronta ovviamente vicina al calcio di Sarri. Ora bisognerà capire se questo sarà anche il modulo del suo primo, vero, Napoli. La prima avventura in azzurro senza essere all'ombra di nessuno.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile