Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Women's CL: due pareggi che fanno sorridere. Juve e Roma possono sognare i quarti

Women's CL: due pareggi che fanno sorridere. Juve e Roma possono sognare i quartiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com
venerdì 25 novembre 2022, 08:30Serie A
di Tommaso Maschio

A metà della fase a gironi di Women's Champions League Roma e Juventus sono in piena corsa per il passaggio ai quarti di finale che rappresenterebbe un en plein storico per il nostro calcio. Dopo i sorteggi trovarsi in questa posizione non era affatto scontato anche se per motivi diversi: le giallorosse infatti avevano pescato un girone abbordabile con una sola big – quel Wolfsburg fermato sul pari in casa giocandoci alla pari e rischiando anche di vincere -, ma altre due squadre – Slavia Praga e St. Polten – di maggiore esperienza e fisicità. L'interrogativo principale sulla squadra di Spugna era quello relativo a come avrebbe reagito alla prima avventura internazionale e finora le risposte hanno fugato ogni dubbio. Questa Roma ha raggiunto una grande maturità, riesce a gestire il doppio impegno dosando in maniera sapiente le forze e ha fatto un ulteriore passo avanti a livello sia mentale sia fisico. Il primo posto in classifica sia in Serie A, dove ha vinto il titolo d'inverno, sia in Champions, in coabitazione con le tedesche, sono lì a dimostrarlo e la vittoria in Supercoppa contro la rivale Juventus ha dato un'ulteriore spinta alle ambizioni della squadra capitolina. Certo le giallorosse hanno già giocato due gare casalinghe su tre e ora le attende una doppia trasferta – in Germania e Repubblica Ceca – che oltre a segnare il cammino europeo dirà a che livello è arrivata la squadra.

Per quanto riguarda la Juve invece il sorteggio aveva sorriso meno mettendo sulla sua strada le campionesse in carica del Lione, che aveva eliminato le bianconere ai quarti lo scorso anno, e l'Arsena, squadra al top in Inghilterra e che si è sempre ben comportata fuori dai confini nazionali. Due big che partivano nei pronostici un passo avanti alla squadra di Montemurro. Negli scontri diretti sono arrivati due pareggi che lasciano anche l'amaro in bocca, anche se contro le londinesi la Juve ha anche rischiato di perdere, ma anche buone sensazioni in vista delle prossime tre gare, anche qui con le sfide alle due rivali principali da giocare in trasferta, e la sensazione che questa squadra, seppur non sia quella bella e brillante vista in passato, possa dare del filo da torcere a tutte e ribaltare i pronostici come un anno fa quando fece fuori ai gironi una squadra come il Chelsea.

I due pareggi arrivati nella due giorni europea portano con sé sorrisi e autostima, facendo sognare un doppio passaggio ai quarti che rappresenterebbe un'ulteriore spinta a tutto il movimento per progredire e continuare a colmare il gap con il resto d'Europa e magari attirare quelle attenzioni (sia di pubblico sia di sponsor) che servono per dare basi sempre più solide nel cammino verso la crescita economica e l'autosostentamento.