Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Casarano, Maci lascia: "Ci sarà chi rileverà le quote. Altrimenti metteremo club in liquidazione"

Casarano, Maci lascia: "Ci sarà chi rileverà le quote. Altrimenti metteremo club in liquidazione"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano
sabato 28 maggio 2022, 19:19Serie D
di Claudia Marrone

Non ci sarà più Giampiero Maci alla guida del Casarano, club salentino militante nel campionato di Serie D. A renderlo noto, lo stesso numero uno del club, in una conferenza stampa tenuta quest'oggi.
Ecco le sue parole, riprese da salentosport.net: "Ho preferito attendere prima di prendere la parola, perché si evitassero ulteriori tensioni mentre eravamo impegnati nel perseguire l’obiettivo della salvezza. È stata un’annata sofferta ma era previsto che fosse così, lo dicemmo già nella prima conferenza stampa. Speravamo tutti di conquistare la salvezza con un più largo anticipo, ma questo campionato presenta delle insidie continue. Inizialmente, avevamo fatto delle scelte compatibili col budget a disposizione. Si trattava di scommesse sia dal punto di vista dei calciatori sia dal punto di vista della conduzione tecnica. In un primo momento quelle scelte sembravano darci ragione, poi è emersa l’importanza dell’esperienza e, con sacrificio, siamo riusciti a innestare elementi di qualità. L’ultima parte della stagione è stata caratterizzata da infortuni e squalifiche che ci hanno fatto soffrire più del previsto. In ogni caso, salvezza doveva essere e salvezza è stata. Vorrei ringraziare tutti gli sponsor e vorrei ricordare, al di là della salvezza, gli ottimi risultati raggiunti dal settore giovanile, che registra lo storico passaggio della juniores alla fase nazionale. Un bel traguardo per un settore nel quale si era ricostruito tutto da zero. Ottima anche la stagione degli allievi. Sulla decisione di lasciare ha pesato il clima creatosi attorno alla società. Clima sulle cui motivazioni ancora ci interroghiamo, visto che sul piano sportivo gli obiettivi sono stati raggiunti. Sono stato accusato di “tradimento”. Voglio chiarire che io non ho tradito nessuno. Noi non abbiamo tradito nessuno. Sarebbe bastato un faccia a faccia per chiarirsi su questi aspetti. Se invece la questione era strumentale, allora si è fatto finta di non capire. Può darsi che siamo antipatici, ma io non ho tradito nessuno, anche perché il tradimento non fa parte della mia educazione. Ci siamo fatti scivolare tutto addosso, ogni accusa, ogni offesa, ma quando vengono toccati i sentimenti personali e gli affetti più cari, le cose cambiano. È vero: c’è una grandissima parte di Casarano che non merita di rimanere senza calcio, che è sinceramente appassionata e noi ne abbiamo visti tanti di appassionati, però è anche vero che c’è stata una parte silente e compiacente. Casarano ha i numeri per farlo, con imprenditori che possono garantire un futuro alla squadra. A loro voglio comunicare che da oggi le quote del Casarano sono a loro disposizione. Invito chi fosse interessato ad inviare una Pec alla società entro i prossimi otto giorni, in modo da perfezionare l’iter del passaggio. Pensiamo, speriamo che ci saranno delle persone che sapranno fare molto meglio di noi e tenere alto il buon nome di Casarano. Ovviamente, occorre che ci siano imprenditori che diano garanzie. La cosa peggiore che possa accadere è mettere la società in liquidazione. Ma sono sicuro che nei prossimi otto giorni vi comunicheremo le trattative avviate”.

Articoli correlati
Primo piano
TMW Radio Sport