Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

31 marzo 1988: Paolo Maldini esordisce in Nazionale contro la Jugoslavia, finirà 1-1 con gol di Vialli

31 marzo 1988: Paolo Maldini esordisce in Nazionale contro la Jugoslavia, finirà 1-1 con gol di VialliTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 31 marzo 2023, 00:00Accadde Oggi...
di Andrea Losapio

Il periodo che va dal 1987 al 1992 è un periodo di massimo fermento in Jugoslavia. La morte di Tito nel 1980 era stata superata senza particolari problemi e le varie anime della Jugo sembravano abbastanza calmi. Certo, in Bosnia stava emergendo la figura di Slobodan Milosevic, iper nazionalista, situazione che mal combaciava con l'insofferenza del Kosovo, a maggioranza albanese, che manifestava il proprio disappunto per una mancanza di indipendenza nelle scelte politiche. Tutto questo derivava dalla pubblicazione di un memorandum degli intellettuali serbi che volevano un ritorno alla "Grande Serbia", una delle concause per l'inizio della Prima Guerra Mondiale.

In questo clima, a Spalato, il 31 marzo del 1988 si gioca un'amichevole apparentemente inutile per la storia. Jugoslavia-Italia aveva comunque il suo fascino, perché era un test in vista dell'Europeo, con gli azzurri che avrebbero ospitato il Mondiale di Italia 90 poco dopo. 3-5-2 per l'Italia con Zenga in porta, capitan Bergomi, Baresi e Ferri in difesa, Donadoni e Francini sulle fasce, De Agostini, Gianni e De Napoli in mezzo al campo. Davanti la premiata ditta Vialli-Mancini. La Jugo, fra gli altri, poteva contare su Savicevic, Katanec, Stojkovic e Pancev, futuro nerazzurro.

Peccato che al minuto otto del secondo tempo si scriva un capitolo della storia azzurra. In campo entra Paolo Maldini, difensore del Milan, non ancora ventenne. È figlio d'arte, visto che il padre Cesare è allenatore della Nazionale Under21. La partita finisce 1-1 con i gol di Vialli e Jakovljević, ma il risultato è davvero poco influente. Perché è l'inizio di una storia che durerà fino al 2002, quando Ahn mise fine alla carriera di Maldini in Nazionale per l'ultimo boccone amaro di una carriera straordinaria con i club ma sfortunata con l'Italia.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile