Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Non chiamatelo Kakà, ma Charles non ha paura: la prima conferenza di De Ketelaere

Non chiamatelo Kakà, ma Charles non ha paura: la prima conferenza di De Ketelaere
© foto di Antonio Vitiello
sabato 6 agosto 2022, 00:53I fatti del giorno
di Ivan Cardia

Il paragone con l'illustre predecessore brasiliano è di quelli pesanti. Ma Charles De Ketelaere non sembra spaventato se lo accostano a Kakà: "Ho le mie caratteristiche, spero di portare i successi che lui ha portato al Milan". Il belga, a lungo corteggiato e infine divenuto rossonero, è stato protagonista della sua prima conferenza stampa a Milanello. Ha parlato delle sue caratteristiche tecniche, appunto ("Sono stato impiegato in varie posizioni, ma mi piace di più quella offensiva: sono un trequartista offensivo, prediligo essere un trequartista d'attacco, anche un 9 o un falso 9") e del ruolo che ha avuto Maldini nella trattativa: "Per me è stato un grande onore, mi sono sentito orgoglioso quando mi ha chiamato. Ora è decisivo nel Milan anche come dirigente. Comunque, non tanto la persona: ha prevalso l'idea del progetto, mi ha veramente attratto". Dal tennis a Ibra, all'idolo Cristiano Ronaldo: è giovanissimo, ma sembra già maturo a sufficienza per affrontare l'impatto con la Serie A.

Tutte le parole di Charles de Ketelaere in conferenza stampa.