Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Game over CR7. Juve diga a centrocampo. Peccato Calafiori. Zaniolo pesca il jolly

Game over CR7. Juve diga a centrocampo. Peccato Calafiori. Zaniolo pesca il jollyTUTTO mercato WEB
domenica 7 luglio 2024, 18:19Il Due di Piccari
di Luca Bargellini
fonte Marco Piccari

Con il mercato di Serie A che entra sempre più nel vivo torna l'appuntamento con il "Due di Piccari", rubrica curata dal direttore di TMW Radio, Marco Piccari, per analizzare i temi più caldi del momento.

Due di Cuori
Un signore e una signora che un tempo si sono incontrati... State pensando che il caldo sole mi ha colpito, ma non è proprio così. Questa è stata la settimana dove campo e calciomercato hanno messo in evidenza un signore di 39 anni e una signora bianconera.
Parto dal primo e mi riferisco a Cristiano Ronaldo. Il suo Portogallo esce ai rigori nei quarti contro la Francia e questo può rientrare nella normalità delle cose. CR7 però all'ultimo atto con la sua nazionale non ha certo impressionato per gol e giocate, anzi a vederlo giocare è sempre più evidente il tempo che è passato e mai ritornerà; quello che ha colpito dello straordinario fenomeno è stato però il suo lato umano. Invecchiando si diventa più sensibili e certe emozioni non si riescono ad arginare e anche il "duro" si scioglie. Prima il pianto per il rigore sbagliato contro la Slovenia e poi l'abbraccio a Pepe per consolare il vecchio compagno di tante avventure, anche lui all'ultima pagina della storia con il Portogallo, dopo l'eliminazione contro la Francia. Un signore dal cuore buono, CR7, che all'ultima corsa ha fatto venir fuori il lato umano e non l'aspetto tecnico. È finita l'era di uno dei più grandi giocatori e questa pagina lascia una dolce carezza al cuore. Grazie campione.
E la signora che c'entra? Vi chiederete. Scusate ma questa Juve targata Motta che si sta formando comincia a stuzzicare il cuore dei tifosi e degli appassionati di calcio. Il centrocampo con Douglas Luiz e Thuram prende già le sembianze di una diga con forza, qualità e dinamismo. La squadra prende forma e se dovesse arrivare anche Koop, la vecchia signora potrebbe conquistare il cuore di molti. A proposito il signore portoghese e la signora di Torino un tempo si sono anche amati. Ogni tanto i bei momenti vanno anche ricordati...

Due di Picche
"Così vai via non scherzare no. Domani via, per favore no." Cantava Baglioni. Dobbiamo convincerci che andrà cosi, sì purtroppo Calafiori giocherà in premier. Il ragazzo che è caduto bruscamente per poi rialzarsi e riprendere a correre è destinato a lasciare l'Italia. Lasciatemelo dire: peccato!! Dopo l'ultima stagione di alto livello con il Bologna di Motta, sarebbe stato romantico e anche perfetto vederlo nella Juve insieme a Thiago. Il difensore elegante, forte e moderno avrebbe dato alla signora bianconera quel tocco di gioventù e soprattutto il ragazzo poteva continuare il processo di crescita sempre con Thiago. Il calcio però, per via delle logiche economiche non conosce le belle storie, supervaluta i giocatori bravi in modo che il nostro campionato alle prese con risorse economiche limitate cede il passo alla ricca premier e chi ci rimette è sempre la Serie A. Il due di Picche va a tutto il movimento che ormai affonda in logiche che ammazzano la passione per questo sport. Calendari che uccidono la domenica pomeriggio, giocatori giovani che lasciano la Serie A e stadi fermi agli anni '90. Così non si crescerà mai, non rimane che pensare agli anni '80, quando nel nostro campionato rimanevano e crescevano i nostri giocatori forti e da noi venivano i più grandi stranieri. Ragazzi che vi siete persi...

Jolly
Zaniolo andando all'Atalanta pesca un jolly per lui fondamentale. Un giocatore dalle grandi potenzialità limitato dagli infortuni e da una maturità che non è ancora arrivata. Ora sotto la guida di Gasperini ha l'ultima possibilità o diventa grande oppure sarà uno dei tanti talenti inespressi. Gasp può fare un regalo alla Dea e alla Nazionale. O adesso o mai più.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile