Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

"Chiedevo A e dovevo scegliere C o D". Quali sono i nomi sfumati dietro lo sfogo di Sarri

"Chiedevo A e dovevo scegliere C o D". Quali sono i nomi sfumati dietro lo sfogo di SarriTUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 27 febbraio 2024, 16:00Serie A
di Ivan Cardia

Le responsabilità? "Ognuno si prenda le sue", dice Maurizio Sarri. Dopo il ko contro la Fiorentina, il tecnico della Lazio è tornato sul mercato estivo e su alcuni giocatori spariti dai radar: "Mi sembra che la società a luglio sia stata chiara su chi faceva il mercato - ha dichiarato in conferenza stampa - se io ti chiedo un giocatore che è A e mi fai scegliere tra C e D... Non è che ho fatto io il mercato". Parole abbastanza dure, in una dialettica sempre accesa col presidente Lotito, che chissà come le avrà prese.

Cosa voleva Sarri. Che l'allenatore toscano non sia stato accontentato, l'ha detto il diretto interessato: non serve speculare più di tanto. In estate, le priorità per il tecnico biancoceleste erano fondamentalmente due: trovare un erede a Milinkovic-Savic e ampliare le scelte in attacco, soprattutto sugli esterni. La prima missione si è (ir)risolta con Daichi Kamada, il cui rendimento non è certo paragonabile a quello del serbo. Quanto alla seconda, sono arrivati Isaksen e Castellanos: il tridente tipo è rimasto quello formato da Felipe Anderson e Zaccagni, i cui rinnovi sono peraltro entrambi in una fase di stallo, a supporto di Ciro Immobile.

Ma chi era A? Per tornare alle priorità di cui sopra, i due profili principali sono facili da tracciare. Sarri avrebbe voluto Piotr Zielinski, già portato da Empoli a Napoli, a centrocampo. Quanto all'attacco, l'identikit è quello di Domenico Berardi: nessuno dei due è arrivato, e in verità non ci si è andati neanche vicini. È lunga poi la lista di profili accostati e sfumati. In cabina di regia, per esempio, è arrivato Nicolò Rovella, ma a lungo si è ragionato di Samuele Ricci e Lucas Torreira: difficile dire se l'ex Juve fosse C o D, ma alla lettera A vi era di sicuro il centrocampista del Torino.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile