Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Cosa fa la Roma dopo la sosta e il “solito” problema con le big

Cosa fa la Roma dopo la sosta e il “solito” problema con le big TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 1 ottobre 2022, 08:15Serie A
di Dario Marchetti

Archiviata la sosta per le Nazionali, la Roma è pronta a tornare in campo e il primo ostacolo sarà già stasera, con l’Inter a San Siro. Vietato sbagliare per entrambe, ma agli uomini di Mourinho è chiesta una risposta dopo il ko con l’Atalanta. Alla miglior prestazione dell’anno è però corrisposta la sconfitta, la seconda di questo campionato, la terza se analizziamo anche l’Europa League. E il poker di insuccessi non lo vuole nessuno, ma dopo la sosta la Roma non sempre ha tirato fuori il meglio di se. Lo scorso anno dopo i break per le nazionali il ruolino di marcia dice: 3 vittorie, 1 pareggio e 2 sconfitte. In assoluto un trend tutt’altro che negativo se non si prendono in considerazione i due ko arrivati contro due big.

Il primo con la Juve e il secondo con il Milan dopo Natale, rispolverando il solito problema con le grandi che aveva contraddistinto la Roma negli anni della gestione Fonseca. Un limite che sembrava superato vedendo il finale della scorsa stagione, ma quest’anno i numeri tornano a essere negativi. Due scontri diretti fin qui disputati e un punto su sei conquistato. Perché con sconfitta con l’Atalanta fa coppia il pari a Torino in casa della Juventus. Un 1-1 che lascia tanti rimpianti a Trigoria, vista la dimensione dei bianconeri fin qui. Ecco dunque che per scacciare subito i cattivi pensieri serve vincere con l’Inter. Impresa non facile, considerati i precedenti, ma che deve essere alla portata di una squadra che ha come obiettivo tornare in Champions League.