Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Ecco l'offerta Juve per Koulibaly: triennale a 6 milioni più bonus, 30 milioni al Napoli. Il punto

Ecco l'offerta Juve per Koulibaly: triennale a 6 milioni più bonus, 30 milioni al Napoli. Il puntoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
giovedì 7 luglio 2022, 10:00Serie A
di Tommaso Bonan

La Juventus ha fatto la prima mossa ufficiale per cercare di assicurarsi il sostituto di De Ligt, qualora l'olandese dovesse partire. Ieri Federico Cherubini ha incontrato a Milano Fali Ramadani (qui tutti i dettagli), procuratore di Kalidou Koulibaly e anche di Nikola Milenkovic della Fiorentina (altro centrale che piace).

L’offerta bianconera per Koulibaly.
Dopo le fasi interlocutorie degli scorsi giorni, il meeting con Ramadani - sottolinea La Gazzetta dello Sport - è servito a spazzare via tutti i dubbi e anche a condire il corteggiamento con un’offerta economica rilevante: un triennale da 6 milioni netti più bonus facili. Al Napoli invece la dirigenza bianconera è pronta a offrire 30 milioni di euro, una base non lontana dalla quotazione di 40 fatta da De Laurentiis. Ma è presto per addentrarsi nella trattativa, prima la Juventus deve portare a casa l’assenso convinto del giocatore, a scadenza di contratto con il club azzurro e ormai deciso a non rinnovare.

I dubbi di Koulibaly.
Per una questione di fedeltà Kalidou ha preso tempo con i bianconeri, sperando che si facessero avanti le altre grandi potenze del calcio europeo. Ma fino a questo momento così non è stato. Ecco perché a Torino hanno alzato il tiro, sperando di chiudere la partita in tempi brevi. Non è detto, però, che l’incontro di ieri sera possa essere risolutivo, visto che l’agente dovrà comunque relazionare al suo assistito. Sarà inevitabile una pausa di riflessione per il senegalese, ma è altrettanto chiaro che alla Continassa non concederanno molto tempo.