Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Empoli-Inter 0-1, le pagelle: Dimarco e Calhanoglu da 7. Ismajli ferma Lautaro

Empoli-Inter 0-1, le pagelle: Dimarco e Calhanoglu da 7. Ismajli ferma LautaroTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 25 settembre 2023, 06:03Serie A
di Ivan Cardia

EMPOLI-INTER 0-1
(51' Dimarco)

Le pagelle dell'Empoli - A cura di Pierpaolo Matrone

Berisha 6,5 - Determinato a riscattare l'ultima gara con 7 gol subiti, risponde presente a ogni telefonata nerazzurra: c'è su Dimarco, c'è su Frattesi, c'è su Lautaro. Non può nulla su Dimarco nella ripresa.

Ebuehi 5,5 - Dimarco è un cliente scomodissimo e lo soffre. Non una prova da dimenticare, è proprio la posizione e il fatto che l'Inter attacchi di più dal suo lato a rendere la sua gara complicata.

Ismajli 7 - Per tutto il tempo che resta lui in campo, l'Empoli resta in parità. Appena esce, Berisha subisce gol. Un caso? Sebbene il gol sia una prodezza individuale, non lo è. Perché per 50' è il migliore in campo, evitando nel primo tempo un gol già fatto e contenendo bene Lautaro. Dal 51' Walukiewicz 6 - Subito un'ottima chiusura per presentarsi alla partita, benché entri praticamente a freddo. Resta sul pezzo fino al 90'.

Luperto 6,5 - Attento e concentrato dall'inizio alla fine, ha l'intelligenza di staccarsi da Thuram per non patire i duelli in velocità: rimanendo a qualche metro di distanza, non si fa mai bruciare. Una mossa che funziona, funziona eccome.

Pezzella 5 - Comincia bene, con le scalate giuste, poi si lascia andare ad un paio di dormite in difesa. E quando sale i suoi cross non sono mai insidiosi e spesso imprecisi.

Marin 5,5 - Prestazione anonima. Lo si vede solo a rincorrere gli avversari, ma troppo poco in costruzione. Dal 69' Grassi 6 - Si mette a fare soprattutto il lavoro sporco, dando freschezza alla mediana.

Ranocchia 6 - Smaltiti i problemi fisici, arriva il giorno del debutto. Dà tanta corsa e anche le geometrie giuste a centrocampo per un tempo, sfiora il gol su punizione, poi dimostra di non essere (giustamente) ancora al meglio della condizione. Dal 69' Fazzini 5,5 - Prova a gestire i palloni nella metà campo avversario, ma non trova mai spunti che creano problemi all'Inter.

Maleh 5,5 - Ha la gamba giusta per contrastare uno come Frattesi, ma a volte è ingenuo e si fa beffare dai movimenti degli avversari.

Baldanzi 6 - Ha una qualità nello stretto che in Italia possiedono davvero in pochi. E pure una tecnica in velocità fuori dalla norma. E una grande intelligenza tattica, tant'è che tiene bene il campo. Per risalire la classifica l'Empoli deve ripartire da lui e altri dieci ogni domenica.

Shpendi 6 - Fin qui 42' in stagione, Andreazzoli lo lancia da titolare e lui mostra una gran voglia. Attaccante molto mobile, svaria su tutto il fronte ma è spesso isolato. Manca solo di un po' di concretezza e un po' di precisione negli ultimi venticinque metri. Dal 79' Destro s.v.

Cambiaghi 5,5 - Tanto impegno, parecchie corse all'indietro, ma nella metà campo avversaria non incide praticamente mai. Dal 79' Cancellieri s.v.

Aurelio Andreazzoli 5,5 - Non arriva il primo punto stagionale, ma ora l'Empoli sembra già più squadra. Modifica mezza formazione e dimostra di aver ragione, perché chi va in campo ha l'atteggiamento giusto. Ha tanto da lavorare, soprattutto sulla fase offensiva (ancora zero gol in campionato), ma all'esordio contro la squadra più in forma del momento rischiava l'imbarcata e invece può essere soddisfatto.

Le pagelle dell'Inter - A cura di Ivan Cardia

Sommer 6,5 - Al solito: primo tiro al minuto 66, lo svizzero c'è. Attento anche in altre occasioni, utile nel gioco coi piedi.

Pavard 6,5 - Seconda di fila da titolare, in crescita, anche perché è difficile paragonare i pur talentuosi ragazzi di Andreazzoli ai colleghi della Real Sociedad.

Acerbi 6 - I guizzi del giovane Shpendi lo mettono in difficoltà: spende molto presto un cartellino giallo. Ma, si sa, è tale la fiducia di Inzaghi nel suo leone che per lui la regola non vale.

Bastoni 6 - La sua missione domenicale è dimenticare la topica dell'Anoeta. Abbastanza riuscita, con qualche minima incertezza sugli spunti di Baldanzi e il consueto contributo alla manovra. (Dal 71' De Vrij 6 - Attento nei modesti tentativi toscani del finale).

Darmian 6,5 - Una scommessa: da prima alternativa a mezza squadra, a fine stagione avrà un minutaggio più alto rispetto a diversi "titolari". Affidabile, come al solito.

Frattesi 5,5 - Qui cinque gol nella sua seconda stagione tra i "grandi" e oggi l'esordio da titolare in nerazzurro. Prima in chiaroscuro: più a suo agio quando si tratta di infilarsi negli spazi che di crearli col palleggio. (Dal 71' Barella 6 - Alla quinta giornata, riposa pure lui. Entra diligente, in una gara che l'Inter deve solo pensare a condurre in porto.).

Calhanoglu 7 - Senza il turco l'Inter non sa stare, con la sua regia la macchina riprende a girare in maniera nettamente più fluida di quanto visto in Spagna. Preciso anche in alcune coperture difensive, tocca 131 palloni e ne sbaglia neanche una decina.

Mkhitaryan 6 - L'impressione è che Klaassen ne dovrà mangiare, di pane tosto, prima di vedere il campo. Solido, senza particolari acuti, ma un po' ovunque nella mediana nerazzurra.

Dimarco 7 - Altro ex della gara: nel primo tempo fa le prove generali con un bel tiro dalla distanza e un tentativo di gol olimpico. È il suo mancino al volo, davvero un gran bel gol, a sbloccare il match nella ripresa. (Dall'81' Carlos Augusto s.v.).

Thuram 6 - Svaria da destra a sinistra: si prende la responsabilità dell'uno contro uno, non sempre a buon fine. Segna un gol annullato per fuorigioco, ne sfiora un altro col destro a giro già esibito nel derby. (Dall'81' Sanchez s.v.).

Lautaro 5,5 - Altro che riposo, almeno fino a un certo punto. Tallonato da Ismajli, gira al largo e in area di rigore la sua assenza si sente. Prima gara senza almeno un gol o un assist in questa stagione. (Dal 71' Arnautovic 6 - Un altro che ha da farsi perdonare una brutta serata europea. Sufficienza d'incoraggiamento per l'infortunio patito nel finale).

Simone Inzaghi 6,5 - Sei cambi rispetto alla formazione di San Sebastian: il turnover è ormai prassi consolidata. Ritarda parecchio i cambi, soprattutto in attacco dove la Thu-La oggi non si accende: i fatti, comunque, gli danno ancora ragione. Ennesimo messaggio di solidità della sua Inter al resto del campionato: porta a referto il settimo marcatore stagionale e lancia la volata per lo scudetto.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile