Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Fiorentina, Commisso a SI: "Io metto i miei soldi. Gli altri proprietari no"

Fiorentina, Commisso a SI: "Io metto i miei soldi. Gli altri proprietari no"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca 2022
lunedì 26 settembre 2022, 21:00Serie A
di Gianluigi Longari
fonte Sportitalia

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso ha parlato a Sportitalia:

“Io fino ad oggi non ho fatto l’americano tornando in Italia: non ho comprato casa, non ho una barca, ulivi, compagne, tutti i miei soldi e il mio lavoro sono stati messi sulla Fiorentina”.

INIZIO DI STAGIONE. “Abbiamo cominciato bene, ma abbiamo tre punti in meno dello scorso anno. Ho detto alla squadra e al mister che sarebbe meglio se nelle prossime tre facessimo 6 punti. Ci sono state molte critiche, non posso accettare che la mia squadra, il mio allenatore, Venuti e Biraghi vengano sempre criticati. Voglio ringraziare tutti i tifosi che ci hanno accompagnato e voglio anche difenderli perché quella cosa con Spalletti non mi è piaciuta. Tutti noi vorremmo più punti, ma il nostro mister sta facendo un grande lavoro: lo vedo tutti i giorni e vado salutare i ragazzi, senza criticarli: bisogna incoraggiarli”.

CRITICHE. “Il primo anno ci hanno criticato, ma abbiamo fatto benissimo per come la vedo io: siamo stati l’unica squadra ad andare dal 16esimo posto al decimo. Il secondo anno non abbiamo fatto bene, ma la colpa me la prendo io: non dovevamo esonerare Iachini dopo 7 partite. Il terzo anno abbiamo fatto 22 punti in più, meglio di chiunque in Europa. Io ho fiducia sia sui nuovi che su tutta la squadra”.

GIOCO. “L’ho detto a Italiano: non mi piacciono tutti questi passaggi al portiere. 70-75% di possesso palla, poi col Verona 40% e abbiamo vinto: dobbiamo andare in verticale. Dico questo dopo gli errori fatti con il Bologna, il Basaksehir e con l’Udinese”.

KOUAME-AMRABAT. “Ho detto a Joe che Kouamé si deve tenere. Amrabat è un ragazzo delizioso: sa che l’ho voluto io 2 anni fa e deve giocare bene. La decisione comunque è di Italiano”.

BILANCI. “La Juve negli ultimi anni ha perso 550 milioni, il Milan 500 e l’Inter 445. La Fiorentina negli ultimi 3 anni ha fatto 16 milioni di utile. La Juventus dopo aver acquistato Ronaldo il valore del club era di 2 miliardi, poi hanno fatto due aumenti di capitale e oggi vale 800: hanno perso oltre 1 miliardo”.

CESSIONI VLAHOVIC-CHIESA. “Sono già stati tutti investiti i soldi presi dalle cessioni. Sia da Chiesa che Vlahovic dobbiamo ancora avere dei soldi, per questo intanto ho finanziato io gli acquisti”.

CESSIONE VLAHOVIC. “I complimenti sono stati forzati. Io stavo trattando con lui e l’agente, sono venuto a Firenze malato e ci siamo incontrati. Ma volevano da 5 a 8 milioni netti, quindi 16 lordi. I gol non ci sono stati come nella prima parte con lui in campo, però siamo arrivati con 2 punti in meno della prima parte della stagione. Non siamo stati rovinati”.

PRESIDENTE CHE HA SPESO PIU’ DI TUTTI. “Nessuno ha messo i soldi che ho messo io. Tra Pontello, Cecchi Gori e Della Valle hanno speso 100 milioni in 40 anni”.

CRITICHE. “C’è qualcuno a cui non piace come lavoro. Sin dal primo giorno che sono arrivato, qualcuno della politica voleva mettere persone nella Fiorentina, poi i giornalisti mi hanno definito Mussolini, terrone, Rocco Benito e hanno offeso mio padre. La Gazzetta dello Sport mi ha dato del mafioso e nessuno mi ha difeso. Se sono mafioso cacciatemi, ma se non lo sono difendetemi. Sono cose create da Cairo che ha la Gazzetta e il Corriere Fiorentino”.

STADIO A CAMPI. “Per quanto riguarda lo stadio, sapete cosa è successo. Il sindaco di Campi è stato eletto a Roma ho saputo, bravo Fossi. Quando si parlava di Campi, ad un certo punto ha smesso di chiamarmi forse dalle stesse persone che non vogliono lo stadio”.

VLAHOVIC. “Sia io che Joe credevamo che fosse onesto e che avrebbe rinnovato. E’ finito il mercato ed è diventato il King, il re. I negoziati per il rinnovo duravano da 8 mesi e ci avevano detto i suoi agenti che il rinnovo si sarebbe fatto a 4 milioni”.

VIOLA PARK. “Sia io che mi moglie vogliamo lasciare qualcosa a Firenze. Negli ultimi mesi i costi sono aumentati in maniera incredibile. Quando sono tornato un mese fa ho visto che le cose non andavano bene: erano in ritardo. Qui in Italia non si può fare il doppio turno…Questi sono i problemi dell’Italia. Completato il Viola Park venderà la Fiorentina? Sì, alla PIF (ride, ndr). Non la vendo, l’intenzione è tenerla e aiutare a fare meglio. Siamo arrivati settimi e vogliamo arrivare più in alto. Il Viola Park finiamolo e iniziamo a lavorare. I costi sono incredibili. La squadra femminile ci è costata 10 milioni e i ricavi sono 0”.

JOVIC-CABRAL. “Sia io che Joe abbiamo grande fiducia su questi due ragazzi: prima o poi si svegliano a segnare. Se non dovesse succedere vedremo”.

SPALLETTI. “Il razzismo non mi piace e ho parlato quando c’erano state le situazioni con Vlahovic e Dalbert. Quella cosa con Spalletti non mi è piaciuta. Io sono stato penalizzato stando seduto, lui per quello che ha fatto no: speriamo che qualcuno impari che le decisioni vengano prese in modo da espellere tutti i razzisti che esistono. I fiorentini non sono razzisti”.

ERRORE CHE NON RIFAREBBE. “Qualcuno mi ha chiesto se reinvestirei sulla Fiorentina…Quando ho investito nella Mediacom, i primi investimenti sono andati male, dal quarto poi sono andati bene. Abbiamo imparato. Non bisogna scoraggiarsi. Serve tenacia”.

RAMADANI. “L’ho incontrato per la prima volta con la situazione Chiesa”.

NUOVO FRANCHI. “Devo capire dove gioca la Fiorentina, quanto vorranno per l’affitto e infine quando si inizia e si finisce. In più, senza controllo Rocco non mette un centesimo. Penso che abbiano fatto un buon lavoro ma ci sono molti dettagli che si devono migliorare. Il progetto Arup non è simile al primo nostro”.

NUOVO STADIO. “Nessuna area sarebbe pronta subito. Non posso fare un altro investimento da 400 milioni, lo stadio se lo fanno loro”.

TIFOSI. “Siccome sento tanti che vogliono mandarmi a casa: avete una settimana per trovare i soldi e comprare la Fiorentina, solo se siete un fiorentino doc. Io la finanzio come Red Bird il Milan, basta avere una base”.

RIPRENDERE VLAHOVIC. “Non lo riprenderei. Forse come ha fatto l’Inter con Lukaku”.