Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Il Barcellona ha cambiato la stagione dell'Inter? Inzaghi lo scoprirà solo col Sassuolo

Il Barcellona ha cambiato la stagione dell'Inter? Inzaghi lo scoprirà solo col SassuoloTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
mercoledì 5 ottobre 2022, 08:00Serie A
di Ivan Cardia

Ci sono partite che cambiano un'annata. Esempi sparsi negli ultimi anni: la Juventus che nel 2015 vince il derby dopo aver sbandato col Sassuolo. L'Inter di Conte che batte i bianconeri dopo cinque anni di astinenza. Il Milan dell'ultimo tricolore che fa suo il derby con la girata di Giroud. Ci sono serate che cambiano una stagione, ma lo scopri soltanto più tardi. Qualche partita dopo, qualche mese dopo.

Il Barcellona ha cambiato la stagione dell'Inter? A livello mentale, i nerazzurri inseguivano la svolta da tempo. L'augurio era che fosse arrivata già col Torino, ma si è regalato un fuoco di paglia. Alla sfida poi vinta ieri sera i nerazzurri arrivavano nella peggiore delle condizioni possibili: senza Brozovic e Lukaku, con Lautaro in dubbio, con la sensazione di essere Calimero dopo la partita persa con la Roma, ben giocata ma persa. È una vittoria pesantissima, da questo punto di vista: alla fine, è andato bene tutto quello che poteva andare male. Arbitraggio a parte, l'Inter ha vinto perché ha meritato di vincere, anche cambiando la propria natura.

Col Sassuolo resta decisiva. Per lo stesso Simone Inzaghi, magari non la sua panchina: se il tecnico non è mai stato davvero a rischio, almeno non nel senso più stretto del termine, metterlo in discussione dopo aver superato i catalani sarebbe complicatissimo. Però il tecnico deve avere e dare risposte che siano una naturale conseguenza della prova a cospetto di Xavi. Ha vinto il primo big match dell'anno, al sesto tentativo, e l'ha fatto snaturando alcune delle proprie convinzioni tattiche. Ha ritrovato alcuni uomini decisivi, su tutti Skriniar e De Vrij ai loro migliori livelli contro uno dei centravanti più forti al mondo. Tutto avrà più senso soltanto battendo i neroverdi. Che arrivano sull'onda dell'entusiasmo e non sono da sottovalutare. Ma al secondo posto Champions corrisponde il nono in campionato: quello il Barça non l'ha cambiato.