Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
TMW

Infantino chiuso alla Fiorentina. L'ag.: "Parleremo col club, rimane volentieri ma solo se ci puntano"

Infantino chiuso alla Fiorentina. L'ag.: "Parleremo col club, rimane volentieri ma solo se ci puntano"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
venerdì 14 giugno 2024, 15:38Serie A
di Ludovico Mauro

Un anno fa, Gino Infantino arrivava alla Fiorentina come grande prospetto del calcio sudamericano. Titolare nel Rosario Central e nell'Argentina Under 20 al Mondiale di categoria, in viola ha trascorso poi una stagione anonima, condita da pochissimi minuti nella squadra di Italiano. A parlarne, così come del suo futuro, in esclusiva a FirenzeViola.it e TMW è il suo agente Fabian Soldini:

Qual il suo giudizio di questo primo anno a Firenze per Gino?
“Siamo contenti. Chiaramente ci sarebbe piaciuto che avesse giocato di più, ma siamo felici perché per noi e anche per Gino è stata un’esperienza molto buona come adattamento alla cultura, al Paese, alla lingua, agli allenamenti e al calcio italiano”.

E Gino invece che idea si è fatto di questa stagione?
“È rimasto felice. Avrebbe voluto giocare di più, ma sa anche che doveva compiere un adattamento generale e questo c’è stato. Quando siamo arrivati sapevamo già che non sarebbe stato un titolare, infatti abbiamo sempre parlato di ambientamento che era necessario per quanto riguarda la cultura, la lingua, i metodi d’allenamento”.

Però si aspettava un po’ più di spazio la scorsa stagione.
“Un po’ di più sì, perché è giovane. Vorremmo solo che giocasse di più, un po' di più e nient'altro. Perché ripeto, siamo molto felici”.

Avrebbe potuto giocarsi anche una maglia per l’Olimpiade, visto il Mondiale Under 20 appena un anno fa.
“Non andrà alle Olimpiadi perché quest’anno ha giocato poco, lo accettiamo perché i giocatori alle Olimpiadi hanno 23 anni, Gino solo 21. Ma sta bene, sa ciò che serve per arrivare in Under 23 e sa che gli sarebbe servito più minutaggio, ma purtroppo non è andata così. L'importante però è accettare la situazione, Gino l’ha fatto ed è contento dell’anno che ha trascorso. Ovviamente voleva avere più spazio ma per lui quest’anno non è stato negativo, ma molto positivo”.

Ma dopo così poco minutaggio, resterà anche l’anno prossimo?
“Non lo sappiamo, dobbiamo prima vedere che ne pensa il club. C’è un contratto ancora lungo e se l’allenatore ha bisogno di lui, rimarrà. Sennò, cercheremo altri club. Se giocherà sì, altrimenti no. Come ho detto, sta molto bene a Firenze e alla Fiorentina però dobbiamo capire che cosa vuole ora il club da lui: se la società vuole che rimanga bene, altrimenti non resterà. Dipendiamo dalla Fiorentina e dobbiamo confrontarci, ma ciò che preferisce il club a noi andrà bene”.

E ne avete già discusso con la Fiorentina?
“Ancora no. Dobbiamo prima aspettare la Fiorentina e vedere che dice. Se lo vogliono utilizzare resterà, perché siamo molto contenti a Firenze, Gino si trova molto bene. Bisogna vedere qual è il desiderio della società perché il suo cartellino appartiene ai viola. Ciò che decide la Fiorentina sarà la miglior decisione anche per noi”.

Intanto avete avuto offerte o chiamate da altri club?
“Per ora nulla. Non parleremo di nulla e con nessuno finché non avremo prima parlato con la Fiorentina”.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile