Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

La Roma torna al lavoro. Ma quante spine per Mou e Tiago Pinto

La Roma torna al lavoro. Ma quante spine per Mou e Tiago PintoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 luglio 2022, 08:15Serie A
di Dario Marchetti

Riparte la stagione della Roma, appuntamento questa mattina a Trigoria per le prime sgambate agli ordini di Mourinho che non avrà ancora il gruppo al gran completo. Tra gli esuberi tagliati fuori, il mercato in ritardo e qualche giocatore ancora in vacanza per via degli impegni con le nazionali finiti a metà giugno, saranno diversi gli assenti, fatta eccezione per Lorenzo Pellegrini, disposto anche quest’anno a tagliarsi qualche giorno di vacanza. Dal ritiro in Portogallo, però, ci saranno tutti e la speranza dello Special One è di tagliare qualche spina rimasta. Non è un mistero che si sarebbe aspettato qualche colpo in più rispetto a Matic, Svilar e Celik. Per la partenza del 12 luglio verso Albufeira spera di poter contare almeno su altri due innesti, uno dei quali è Davide Frattesi, mentre l'altro potrebbe essere Isco, ma prima Tiago Pinto dovrà risolvere qualche cessione. L’esercito di esuberi, infatti, si attesta intorno ai 10 calciatori. Da Veretout a Diawara, passando per Villar, Calafiori, Riccardi, Carles Perez, Darboe e Kluivert: sono in tanti a non rientrare nei piani di Mou, ma per almeno due di questi ci sarà la possibilità di aggregarsi al gruppo in attesa della cessione.

Parliamo di Carles Perez e Kluivert, l’olandese su tutti avrà una seconda chance dopo che in passato proprio lo Special One aveva avuto parole al miele per lui, ma la volontà a Trigoria resta comunque quella di fare cassa e il Marsiglia potrebbe essere una soluzione gradita a entrambe le parti. L’ultimo nodo da sciogliere poi si chiama Nicolò Zaniolo. Come per gli altri nazionali la sua convocazione è prevista per il 12 luglio e dunque Tiago Pinto avrà altri sette giorni per provare a risolvere quella che è la situazione più intrigata di Trigoria. La Roma ha rimandato il discorso rinnovo a dopo l’estate, il giocatore e l’entourage si stanno guardando intorno perché ritengono che le condizioni fossero altre e per questo la corte serrata della Juventus potrebbe portare a un addio del 22 giallorosso che poco più di un mese fa risolveva la finale di Conference League. Per la Roma d’altronde è un giocatore importante, ma non incedibile come dimostrano già le parole di gennaio del GM e in questi sette giorni andrà definita la sua situazione: in un senso o nell’altro perché Mourinho vorrebbe evitare di preparare la stagione facendo affidamento su Zaniolo, salvo poi doverlo cedere alla Juve.