Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Le pagelle dell'Atalanta - Muriel in una gara alla Ronaldo. Scalvini, altro che diciottenne

Le pagelle dell'Atalanta - Muriel in una gara alla Ronaldo. Scalvini, altro che diciottenneTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 23 aprile 2022, 17:01Serie A
di Marco Conterio

Risultato finale Venezia-Atalanta: 1-3. CLICCA QUI

Musso 6 Un paio di salvataggi, uno a metà e fortunoso con Demiral, una rete presa da Henry annullata per fuorigioco. In novanta minuti lo si vede solo a piccolissimi tratti, poi nel finale prende il gol ma ha zero colpe.

Scalvini 7 In Serie A ha esordito lo scorso ottobre e oggi a visionarlo sugli spalti del Penzo c'era il ct Roberto Mancini. Se la vita a quell'età corre veloce, la sua è una Ferrari in pieno rettilineo. (dal 65' Demiral 6 Entra a giochi fatti e deve solo contenere la rabbiosa e poco lucida reazione del Venezia)

Palomino 6.5 Ordinaria amministrazione, il Venezia davanti è annacquato e ne approfitta per giocare una partita di gestione e qualità. Veterano del gioco di Gasperini.

Djimsiti 6 In apertura di gara, è lui a rendersi pericoloso dalle parti di Maenpaa. Dimostra di aver ben altre qualità piuttosto che quelle dell'ultimo rifinitore. Bene in marcatura sugli avanti avversari.

Hateboer 6 Un legno e poco più del necessario: l'Atalanta ha sempre messo le ali come motore delle sue fortune. Nella stagione in corso non sembra l'arma in più della Dea, almeno dalla sua parte. Inizia soffrendo, finisce spingendo.

De Roon 6.5 Una partita normale. Sui social ama schernirsi quando è protagonista sullo sfondo delle fotografie memorabili degli anni lucenti della Dea. Non è mai in primi piano ma forse è anche questa la sua virtù.

Freuler 6 Come il suo dirimpettaio, non si trova davanti un centrocampo fisico e aggressivo ma piuttosto ballerino e leggero come quello del Venezia. Gli manca la zampata giusta per mettersi in mostra. (dal 65' Koopmeiners 6 Ben poco da sottolineare, il Venezia è già nello sprofondo delle sue delusioni. Si prende a sportellate coi leggeri centrocampisti dei lagunari, resta sempre a galla)

Zappacosta 6.5 L'assist per il terzo gol di Muriel è bello per movimento, tempi, precisione. Qualche errore di troppo su altre occasioni ma nella ripresa l'Atalanta gioca e spinge tutta dalla sua parte.

Pasalic 7 Gli vien deputato lo spunto di fantasia ma nelle corde ha più l'inserimento di fisico e rabbia. Apre le danze e il suo gol è quello che stordisce il Venezia a tal punto da non renderlo più pericoloso. (dal 77' Pessina sv)

Zapata 6.5 Il gol segnato è di quelli che almeno metà degli spettatori avrà pensato 'lo facevo pure io'. Però c'è. E suona come un nuovo inizio, dopo tanti mesi senza reti: più un buon auspicio che una buona partita. (dal 77' Boga sv)

Muriel 7.5 Una di quelle giornate in cui ti chiedi perché Luis Muriel non sia l'attaccante del Barcellona o del PSG. In stato di grazia Ronaldesco, festeggia pure col gol. Caraibico, nel finale, una palla persa propizia il gol veneto. E Gasp s'arrabbia. (dall'88' Cissé sv)

All: Gian Piero Gasperini 7 La media esatta tra un'Atalanta appena sufficiente del primo tempo e quella debordante della ripresa. La resa del Venezia aiuta, ma vede un Muriel in gran condizione e sceglie di metterlo al fianco di Zapata con Pasalic dietro: funziona.