Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Locatelli si è già preso la Juve: le chiavi del centrocampo sono sue

Locatelli si è già preso la Juve: le chiavi del centrocampo sono sueTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
giovedì 16 settembre 2021 06:45Serie A
di Simone Dinoi

Quando c’è l’opportunità, Massimiliano Allegri concede sempre ai suoi giocatori una giornata libera per staccare la spina e recuperare energie fisiche e, soprattutto, mentali. Per questo motivo la giornata di ieri, al rientro dalla vittoriosa trasferta svedese in Champions League, è stata concessa di riposo ai giocatori bianconeri prima di dare il via, da questa mattina, alla preparazione della cruciale sfida di domenica sera all’Allianz Stadium contro il Milan capolista. E tra i protagonisti del posticipo del quarto turno di Serie A ci sarà indubbiamente l’ex di giornata: quel Manuel Locatelli nella Milano rossonera è sbocciato e che ha dovuto lasciare per non rischiare di diventare un fiore bellissimo, ma appassito. “È un'emozione particolare perché il Milan è stato importante per me. Ora sono alla Juve, nella squadra che volevo da bambino. Il Milan è un avversario difficile, ma noi siamo la Juventus e giochiamo in casa”, così il numero 27 bianconero sull’incontro con il suo ex club.

LOCATELLI È GIÀ IMPRESCINDIBILE - Quella di martedì sera per Locatelli non è stata una serata qualunque, per il centrocampista nativo di Lecco infatti è stato il primo assaggio di Champions League e per qualsiasi amante del calcio, sin da bambino, quell’atmosfera ha un sapore speciale. “È stata una grande emozione, - ha raccontato poi il classe 1998, - sentire per la prima volta la musica della Champions. Ho avuto i brividi ma devo giocare a calcio, farmi trovare pronto e non posso farmi trascinare dalle emozioni”. E la sua prestazione poi ha dimostrato che ha saputo focalizzarsi su quello che serviva alla squadra per portare a casa la vittoria: 83 possessi con l’88% di passaggi riusciti (63/72), 3 (su 6) contrasti e 2 (su 2) duelli aerei vinti. Oltre alla parte tecnico-tattica, che ha già messo in mostra quanto l’ex Sassuolo possa determinare le sorti del centrocampo e della squadra in ogni incontro, è la sicurezza nelle giocate che, forse erroneamente, stupisce considerata la pesantezza della maglia bianconera. Gioco corto, gioco lungo, intercetti e nessun timore di entrare in possesso della sfera anche in situazioni intricate. Per questo per Allegri, e la Juve, è già diventato perno imprescindibile e primo nome attorno al quale costruire poi il reparto mediano. Tecnico livornese che ha spiegato il posizionamento, presente e futuro, di Locatelli: “Secondo me lui nella sua carriera finirà per giocare davanti alla difesa anche se in questo momento, anche per abitudini sue, è più adatto a giocare a due. Ma siccome noi giochiamo con un tre storto, per ora sta ricoprendo le mansioni che faceva a Sassuolo”. A due o a tre, la certezza è che Locatelli troverà sempre posto nella formazione della Juventus.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000