Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Napoli, il primo bilancio: gira tutto a meraviglia. Kvara già da MVP e Meret è come un colpo

Napoli, il primo bilancio: gira tutto a meraviglia. Kvara già da MVP e Meret è come un colpoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 20 settembre 2022, 12:00Serie A
di Marco Conterio

C'è praticamente tutto, in questo inizio di stagione del Napoli di Luciano Spalletti, autentico protagonista delle panchine in Italia: la capacità di andare oltre agli addii di Koulibaly, Fabian, Mertens, Insigne. Di superare il taglio al monte ingaggi, le cessioni, gli addii dolorosi. L'abilità nel sopportare una rivoluzione pesante in attacco, in difesa, a centrocampo. Il saper integrare subito i nuovi. Il reggere il doppio fronte, Europa e Italia. Non si è capolista per caso.

Il migliore - Kvicha Kvaratskhelia
Al netto di un cognome complicato da scrivere e pronunciare, la semplicità con cui gioca a calcio, inventa e conclude con forza, violenza e potenza, è straordinaria. Kvarastkhelia, già Kvaradona per i più ottimisti dei tifosi, è kl'idolo della Curva: un talento non comune, che Giuntoli e Micheli sono stati abili a prendere dalla Dinamo Batumi e Spalletti poi a lanciare subito tra i titolari.

La delusione - Hirving Lozano
Se c'è una piccola nota stonata, è quella relativa al messicano. Dato come potenziale partente nel finale di mercato, il Napoli ha voluto comunque credere nella sua rinascita. Giocatore dalle grandissime qualità tecniche, di fatto è scivolato a fare ora il ruolo di vice Matteo Politano, essendo l'azzurro tra i giocatori maggiormente in forma di tutto il campionato.

La rivelazione - Alex Meret
Come un acquisto. Come un nuovo innesto. Ora il rinnovo di contratto, disegnato e meritato per l'estremo difensore friulano. Che doveva fare il secondo di Navas o di Kepa, dopo averlo fatto nei fatti di Ospina. Ha resistito, non ha demorso, è rimasto in azzurro e alla fine ha avuto ragione lui. La gara contro il Milan suggella di fatto la sua titolarità indiscussa al Napoli.

Primo piano
TMW Radio Sport