Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Nuovo stadio di Milano, Van Huksloot: "Crediamo che 60.000 posti sia la capienza giusta"

Nuovo stadio di Milano, Van Huksloot: "Crediamo che 60.000 posti sia la capienza giusta"
mercoledì 28 settembre 2022, 19:15Serie A
di Simone Lorini

Il Chief Operating Officer dell'Inter Mark van Huksloot è intervenuto durante del primo incontro del dibattito pubblico sul nuovo stadio di Milano che si sta svolgendo in questi minuti a Palazzo Marino: "Il Progetto prevede un nuovo stadio, moderno, che ha tutti i comfort per i tifosi, anche l’accessibilità per tutti, diversamente abili compresi. Crediamo che 60.000 posti sia la capienza giusta: frutto di analisi di dati storici dal 2015 in poi e abbiamo visto che i due club non hanno superato mai i 60/65.000 posti fatta eccezione per poche partite come i derby. Dall’altra parte abbiamo numeri incoraggianti dopo il Covid e anche per i successi delle squadre. Ma i dati delle vendite dei biglietti vanno analizzati: più della metà sono abbonati che prendono l’abbonamento per andare alla grande partita, mentre una partita non di cartello non vengono. Dobbiamo limitarci ai due anelli: il terzo anello è più costoso e pesante degli altri due".

Queste le motivazioni per la costruzione di un nuovo impianto secondo van Huksloot: "Quello che manca sono i servizi, i bagni, i bar, gli spazi per l'hospitality, i magazzini per far funzionare lo stadio… Nel primo anello abbiamo una visione anche limitata del campo, specie quelli nella parte superiore. Nel secondo e terzo anello i servizi sono limitatissimi e non facilitano distribuzione e flussi delle persone così come accessi a bagni e bar. Gli spazi interni sono molto pochi. Da ciò nasce la necessità dei club di intervenire sullo stadio.

Articoli correlati