Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Pari spettacolo all'Arechi: la Salernitana ferma il Milan, buona la prima per Nicola. Finisce 2-2

Pari spettacolo all'Arechi: la Salernitana ferma il Milan, buona la prima per Nicola. Finisce 2-2
© foto di Image Sport
sabato 19 febbraio 2022, 22:41Serie A
di Ivan Cardia

Salernitana e Milan pareggiano 2-2: Bonazzoli risponde a Messias, poi Rebic a Djuric.

Il pubblico dell’Arechi si meritava una serata così. Anche senza vittoria, è buona la prima per Davide Nicola, che all’esordio da allenatore della Salernitana ferma sul risultato di 2-2 il Milan. Nel più classico degli incontri fra prima e ultima della classe, i rossoneri rischiano il testacoda davvero: subito in vantaggio con Messias, Stefano Pioli paga la serata di disgrazia di Mike Maignan. Il portiere francese, spesso un valore aggiunto in stagione, spalanca la via del gol a Bonazzoli nel primo tempo e rischia il bis sul 9 avversario nella ripresa. Il 2-1 granata arriva poco dopo grazie a Djuric, ma il redivivo Rebic rimette le cose a posto con una sassata. Una gara infinita, giocata alla grande anche da un certo Ribery al quale il ritorno sulla fascia ha restituito dieci anni finché l’età e i muscoli non lo hanno richiamato alla realtà. Una gara che entrambe le formazioni hanno voluto vincere e alla fine regala soltanto due punti, uno per parte. Mezzo pieno, per la classifica e non solo, il bicchiere della Salernitana, anche se sotto gli occhi del presidente Iervolino i padroni di casa hanno assaporato il gusto della vittoria per qualche minuto. Mezzo vuoto il calice del Milan: lo stesso Pioli, al ritorno nello stadio dove è iniziata la sua carriera da tecnico, aveva avvisato sulle insidie. Ora rischia il sorpasso da parte dell’Inter,

Le scelte iniziali: sorpresa Ribery. Il calciatore più inatteso è anche il più titolato dei ventidue titolari. Nicola punta subito sul francese, che torna esterno offensivo come in gioventù. Poche sorprese nel Milan: Pioli propone una linea di trequarti molto offensiva con Messias e Diaz insieme a Leao. Solo panchina per Kessie.

Subito Messias, Bonazzoli ringrazia Maignan. Il piede sull’acceleratore, in avvio, lo mettono i padroni di casa: Tomori & co sono subito costretti agli straordinari. Al Diavolo basta mettere la freccia per sorpassare: al 5’ Theo sprinta a sinistra e imbuca per Messias. Tutto fin troppo semplice per il brasiliano, 1-0 rossonero. Sembra mettersi male per i campani: Nicola perde Radovanovic, il Milan ha l’occasione del bis ma Sepe vola sul piazzato di Bennacer. Piano piano, la partita cambia: Tonali accusa un problema fisico e si vede, Leao pare in serata no anche se quando parte può fare quel che vuole. Ribery prova ad accendersi, ed è proprio lui ad avviare l’azione del pari: Mazzocchi scappa a destra e crossa, Maignan travolge Tomori e Djuric ma rimette il pallone a disposizione di Bonazzoli, che si inventa una bella mezza rovesciata. Nulla da fare per Theo sulla linea di porta, il gol del pari dà fiducia ai granata e porta alla reazione, infruttuosa, dei rossoneri. Risultato in equilibrio al rientro negli spogliatoi. Ci rimarrà Bennacer, sostituito da Kessie alla ripresa.

Djuric fa sognare l’Arrechi, poi arriva Rebic. Leao prova a riscattare un primo tempo sonnacchioso librandosi in aria per una rovesciata alla Parola. Le occasioni migliori capitano però ai campani: Ribery, che uscirà poi dolorante, offre un cioccolatino sul quale Djuric è in ritardo. Pioli toglie Diaz, Maignan fa di tutto per offrire la doppietta a Bonazzoli: follia del francese che regala palla all’attaccante. Il 9 di Nicola esagera cercando il gol di rabona: provvidenziale, per i rossoneri, l’arrivo di Romagnoli che salva tutto. Ribery, come detto, esce tra gli applausi e i problemi al polpaccio. Il gol dei padroni di casa è nell’aria e infatti si materializza: al 72’ Djuric apre a destra, Mazzocchi arriva al cross e proprio il centravanti bosniaco sbuca fra Tomori e Kessie, battendo Maignan di testa. Sembra mettersi male per il Diavolo, che però riscopre Rebic: lancio di Romagnoli, sponda di Giroud, tiro al fulmicotone del croato. Non segnava dalla gara con la Juventus, settembre 2021, è 2-2. Nicola cambia gli attaccanti, il risultato rimane quello nonostante gli arrembaggi da ambo le parti.

SALERNITANA-MILAN 2-2
(29’ Bonazzoli, 72’ Djuric; 5’ Messias, 77’ Rebic)

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile