Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Pessina al Monza, Pagliuca: "Non sono stupito. Ripartire a casa propria una scelta giusta"

Pessina al Monza, Pagliuca: "Non sono stupito. Ripartire a casa propria una scelta giusta"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
martedì 5 luglio 2022, 15:00Serie A
di Tommaso Bonan

Stupito che Pessina possa tornare a casa? A rispondere alla domanda, nell'intervista a La Gazzetta dello Sport, è Gianluca Pagliuca: "Per niente, anche perché era da molto tempo che se ne parlava. Lui è ancora abbastanza giovane, ma per me il Monza è destinato a fare come il Sassuolo, il Bologna, quindi a crescere, a lasciare un segno: lui intravede una stabilità, oltre al fatto di essere a casa sua e oltretutto vicino a Milano. Fra l’altro hai Berlusconi e lui se fa le cose, le fa per bene, non lascia mai nulla di intentato o a metà: io lo sapevo che se il Monza fosse venuto in Serie A, il Cavaliere avrebbe fatto colpi importanti. Questo è uno molto importante sia per il Monza stesso sia per il segnale che il club dà al campionato".

Lei, bolognese e partito da Bologna, a un certo punto ritornò a casa: difficile dire di no, giusto? "Potevo andare in Spagna e in Inghilterra, la Lazio aveva fatto un sondaggio, insomma avevo richieste anche molto interessanti: però ho preferito tornare a casa, avevo quasi 33 anni allora e mi pareva che fosse arrivato il momento opportuno. Ma vede: non c’entra l’età, perché senti semplicemente che è il momento giusto, che devi fare quel passo. Magari pensi che fra un anno non ti vengono più a cercare, che hai perso un’occasione e chissà se ti ricapita. È un grande colpo di Berlusconi e anche di Pessina. Lo fanno capitano? Quando tornai io c’erano Marocchi e Signori: vuol dire che hanno apprezzato la sua scelta non banale né scontata".

Leggi qui tutte le ultime sulla trattativa: TMW - Monza, le cifre di Pessina: vanno 15 milioni all'Atalanta, obbligo in caso di salvezza