Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Salernitana, Liverani: "Perso tutti i duelli, poco cattivi. Divario enorme con l'Inter"

Salernitana, Liverani: "Perso tutti i duelli, poco cattivi. Divario enorme con l'Inter"TUTTO mercato WEB
© foto di Image Photo Agency
venerdì 16 febbraio 2024, 23:47Serie A
di Daniel Uccellieri

Fabio Liverani, tecnico della Salernitana, ha parlato ai microfoni di Sky dopo la sconfitta subita sul campo dell'Inter: "Sicuramente c'era da aspettarsi una squadra con poca fiducia. Abbiamo perso tutti i duelli, siamo stati poco cattivi: ci siamo concessi all'Inter, e non ne aveva neanche bisogno. Non dobbiamo avere la forza per provare a cambiare gli eventi, poi magari non ce la facciamo, ma dobbiamo provarci".

Salvezza?
"Lavorare una settimana intera mi darà una percezione più diretta. Non ho avuto ancora la possibilità di conoscere bene i ragazzi, ora posso solo puntare sulla strada del lavoro. Ora la formazione la decideranno loro, in base a chi si allenerà meglio. Chi vuole giocare me lo deve far vedere durante la settimana".

C'è stato almeno un segnale positivo?
"Le difficoltà sono tante, altrimenti la Salernitana non sarebbe al terzo allenatore e con soli 13 punti in classifica. Qualche segnale c'è stato da parte di qualche ragazzo che conoscevo meno, io ho bisogno di giocatori che provano ad essere vivi nella partita. Devo andare a prendere questo e piano piano metterci qualcosa di tecnico/tattico".

Di solito con un nuovo allenatore c'è una scossa. Questa scossa stasera non si è vista. C'è qualche giocatore simbolo che può darle una mano a trascinare la squadra?
"Il divario è stato enorme. Abbiamo giocato con tre difensori centrali che non hanno fatto neanche 20 minuti di allenamento insieme. Io stasera non posso tirare fuori un singolo, forse ci troviamo in questa situazione perché qualcuno ha pensato che i singoli avrebbero potuto risolvere la situazione. Certo, Candreva è un leader tecnico, ma va messo sul campo tutti i giorni".

La fase difensiva?
"Pellegrino è un ragazzo giovane che ha dato tutto, Boateng ha giocato senza allenarsi. Zanoli è un giovane che gioca da poco, Manolas e Fazio possono essere due figure per dare personalità ed equilibrio alla fase difensiva".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile