Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
tmw

Pancaro: "Pioli come Ancelotti, sembra avere un uno rapporto col gruppo"

TMW - Pancaro: "Pioli come Ancelotti, sembra avere un uno rapporto col gruppo"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Sarah Furnari/TuttoLegaPro.com
mercoledì 28 settembre 2022, 19:23Serie A
di Niccolò Pasta
fonte dal nostro inviato, Antonio Vitiello

Nell'anteprima del film targato DAZN 'Stavamo bene insieme' che ripercorre i successi del Milan, Pippo Pancaro è stato intercettato da TMW, con cui ha ripercorso alcuni passaggi della sua avventura in rossonero: "Il ricordo più bello? L'arrivo a Milanello, l'emozione del primo giorno e la facilità con cui mi sono ambientato, merito di un gruppo sano. Sorpreso da Ancelotti? No, ma bisogna inchinarsi al più grande allenatore italiano della storia.".

Sullo scudetto del Milan.
"Non sono sorpreso perché vedevo che il Milan stava lavorando molto bene. Ho fatto i complimenti a Paolo Maldini e mi ha fatto veramente molto piacere. Theo? Lo vedo benissimo, da qualche anno è tra i primi tre al mondo, ma Maldini resta unico. Mi aspettavo la vittoria con i giovani? No, però vedevo che il Milan stava lavorando molto bene: Massara e Maldini hanno lavorato bene sul mercato e Pioli sul campo. Molte società in Italia dovrebbero prendere esempio dal Milan. Adesso i rossoneri devono cercare di riportare la stessa identità e le stesse certezze anche in Champions League. Non ho dubbi, conoscendo la mentalità di Paolo Maldini e quello che chiederà la società ai giocatori, che il Milan riuscirà a fare bene anche in Champions".

Cosa c’è di Ancelotti in Stefano Pioli?
"Non lo so, bisognerebbe viverlo quotidianamente. Da quello che sembra, ha un grande rapporto con i giocatori. Quindi, forse, in questa parte di carattere che lo porta ad essere benvoluto. Seconda stella? Sicuramente può giocarsela per vincere, ma ci sono Inter e Napoli. Il Milan certamente può dire la sua".