Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

TMW - Ulivieri: "Thiago Motta è maturato tantissimo. Ora è al pari di Spalletti e Allegri"

TMW - Ulivieri: "Thiago Motta è maturato tantissimo. Ora è al pari di Spalletti e Allegri"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
martedì 28 febbraio 2023, 20:15Serie A
di Pietro Lazzerini
fonte Niccolò Ceccarini

Il presidente dell'AssoAllenatori nonché storico tecnico del nostro calcio Renzo Ulivieri, ha parlato a margine dell'evento "Mario n'vorremmo che tu, Firenze e noi..." in ricordo di Mario Sconcerti dal Salone dei Cinquecento a Firenze: "Sconcerti parlava di calcio anche sotto l'aspetto sociale, oltre che tecnico. A lui piaceva entrare nel discorso tattico, si sentiva allenatore come chiunque guardi il calcio. Lui era approfondito, era un piacere ascoltarlo".

Ha portato Mancini a Firenze
"Fu una scelta da dirigente, fu una piacevole intuizione. Mario però lo vedo nel suo essere giornalista, nel suo avere idee nella comunicazione".

Era un giornalista che non le mandava a dire. Era un pregio o un difetto?
"Ritengo sia un pregio se si fa come faceva lui. Dava una visione delle cose senza cattiveria, dal suo punto di vista. Questo è un dovere di giornalista. Io ne ho avuto tanti che andavano contro, ma mi confrontavo sempre. Poi con Mario non ci si annoiava mai".

Un ricordo su Sconcerti
"Nel libro che ha scritto ha inserito tanti elementi tattici. Andavo da lui e gli raccontavo cose che già sapeva, ma aveva bisogo magari di conferme".

C'è un nuovo Mario Sconcerti?
"No, perché per fortuna siamo tutti diversi dagli altri".

La squadra di Italiano è guarita?
"Ieri grande prestazione che ha risollevato da prestazioni così e così. La Viola è una buona squadra, ma ha attraversato fasi difficili. Aveva tanto possesso palla, ma mancava l'ultima giocata. Ultimamente però ha cambiato".

La sta stupendo Thiago Motta?
"No, perché lo conoscevo ed ero sicuro facesse bene. Mentre faceva l'esperienza al Genoa, ha fatto un'esprienza sbagliata, se n'è reso conto ed è maturato tantissimo. Oggi è un allenatore vero, da mettere alla parti con allenatori di grande esperienza come Spalletti, Sarri e Allegri".

Quanto bene fa vedere Spalletti così in alto?
"Lui sta vicino a me, viene facile tifarlo".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile