Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Vezzali: "Crisi del calcio italiano? Lavoriamo ad una serie di riforme per investire sui giovani"

Vezzali: "Crisi del calcio italiano? Lavoriamo ad una serie di riforme per investire sui giovani"TUTTOmercatoWEB.com
lunedì 4 aprile 2022, 14:08Serie A
di Daniel Uccellieri

Valentina Vezzali, sottosegretario con delega allo Sport, è intervenuto all'evento dedicato ad Artemio Franchi in Palazzo Vecchio, dove ha parlato con la stampa presente, tra cui FirenzeViola.it. Di seguito le sue dichiarazioni:

Qual è il motivo per cui è qui a celebrare Artemio Franchi?
"Penso sia importante far sentire la vicinanza del Paese nei confronti di una persona che lo ha reso grande, che ha consentito al mondo del calcio di poter dire la sua e di avere una bella strada da percorrere. Ha creato la Serie C, è stato un visionario, credeva nei giovani e nel loro potenziale. Sono davvero contenta di averlo onorato con la mia presenza".

Un commento sulla crisi del calcio italiano.
"Dal mio insediamento ho sempre sottolineato come il calcio abbia bisogno di una serie di riforme create dall'interno. La situazione che si è venuta a creare dimostra ancora di più che il calcio sta soffrendo, è in crisi e sicuramente, per quanto riguarda il governo, stiamo lavorando per una serie di misure che nell'immediato possono consentire al mondo del calcio in particolare, ma a tutti, di risollevarsi. Saranno misure ad hoc per consentire al mondo del calcio di poter tornare a respirare e ad investire sui giovani, che oggi non giocano più nei cortili e sono sempre proiettati in casa a giocare con i social".

Come se ne esce anche dal caso plusvalenze?
"Si tratta di una situazione molto particolare, ma sicuramente la presidenza della FIGC, la Lega e tutto il mondo del calcio troveranno la soluzione più opportuna per far sì che da settembre i campionati possano svolgersi con regolarità".

Intitolerete l'Olimpico a Paolo Rossi?
"Durante una delle partite che l'Italia ha disputato questa estate lì, ho conosciuto sua moglie ed è stato approvato durante la legge di bilancio l'ordine del giorno che prevede questa possibilità. Vedrò la moglie nei prossimi giorni e ragioneremo ad un percorso che possa dare a lui lustro".

Che cosa pensa del restyling del Franchi?
"Il PNRR, per quanto riguarda l'impiantistica sportiva, dà una grandissima opportunità. Io sono cresciuta in ambienti non consoni e senza quelli lo sport non può esserci. La possibilità di poter ristrutturare uno stadio che è un patrimonio artistico di Firenze è una cosa molto molto bella che va nella direzione giusta. Dobbiamo puntare, oltre che sull'impiantistica, anche sulla ristrutturazione degli stadi del nostro Paese e, magari, ospitare un Europeo o un Mondiale può farci accelerare".

Cosa ne pensa del Napoli che ha schierato tre giocatori in quarantena?
"Quanto sono sorte delle criticità ad inizio gennaio su quello, abbiamo subito, in sintonia con i ministri, lavorato con la FIGC affinché ci fosse un protocollo che mettesse nero su bianco le regole da seguire per tutti i club. Mi auguro che non debba essere più applicato, dal 31 marzo non siamo più nello stato d'emergenza, gli stadi sono al 100% della capienza, ma auspico ancora che le persone possano attuare tutte le misure per tornare alla normalità".

Di questa violazione del Napoli che ne pensa?
"C'è la Giustizia Sportiva che farà il suo corso ed arriverà ad un verdetto".