Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Lecco, Malgrati: "Con Foschi frattura prima dei playoff. Li rigiocassimo, non li vinciamo"

Lecco, Malgrati: "Con Foschi frattura prima dei playoff. Li rigiocassimo, non li vinciamo"TUTTO mercato WEB
giovedì 9 maggio 2024, 18:19Serie B
di Claudia Marrone

È tornato sulla panchina del Lecco con una speciale deroga della Federazione che gli consente di portare a termine la stagione, chiusa già alcune giornate fa con la retrocessione, e già tempo fa Andrea Malgrati aveva parlato del suo rapporto con l'ambiente bluceleste, nel quale ha sostanzialmente tagliato i ponti con tutto il (recente) passato: "Mi sono confrontato con il presidente e con mister Foschi, avevamo già espresso la volontà di non collaborare più insieme; ci sono stati momenti bellissimi, ma i rapporti lavorativi s’interrompono. [...] Anche con Bonazzoli, prima, abbiamo avuto un confronto. Non sono più come prima, bisogna avere un rapporto stretto con i giocatori e moltissimo confronto".

Concetti ribaditi ieri in un'intervista rilasciata all'edizione on line de Il Giorno, dove non ha parlato solo del suo futuro: "Il rapporto con Luciano Foschi si era incrinato già alla vigilia dei playoff: avevo idee molto diverse ma da vice ho sempre cercato di aiutarlo e alla fine abbiamo vinto i playoff di C, anche se per l’occasione si sono allineati tutti i pianeti. Se li rigiochiamo altre cento volte non so se li vinciamo. Poi l’estate scorsa è stata la mazzata principale che ha rovinato l’intera stagione. Un giorno eravamo in serie B, un giorno in C e un giorno nemmeno ci iscrivevamo. Non è una scusante ma la società ha davvero avuto poco tempo per programmare la B: quando è iniziato il campionato, la rosa era ancora da completare e se per di più sei una matricola, le paghi per forza".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile