Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Parma, Pecchia cauto: "Ne mancano cinque. Ci teniamo stretta la vittoria e guardiamo avanti"

Parma, Pecchia cauto: "Ne mancano cinque. Ci teniamo stretta la vittoria e guardiamo avanti"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca 2023 @fdlcom
sabato 13 aprile 2024, 22:04Serie B
di Simone Lorini

In conferenza stampa, il tecnico del Parma Fabio Pecchia ha commentato così il successo di oggi contro lo Spezia. Queste le parole dell'allenatore crociato raccolte dall'inviato di ParmaLive.com:

Oggi è la vittoria decisiva?
"Mancano cinque partite. Oggi grande soddisfazione, vanno giocate anche le prossime cinque".

E' sempre stato sicuro della sua squadra anche oggi?
"Quest'anno sui ragazzi non c'è mai stato bisogno di toccare corde particolari, abbiamo solo dovuto dare continuità al nostro lavoro. Oggi abbiamo fatto due gol sporchi, contro il Catanzaro invece pur avendo tante occasioni non avevamo segnato. Ero sereno, la squadra ha sempre lavorato, stare in alto è un peso. E' stata una partita maschia, ma è una vittoria di sostanza".

Non sempre c'è la lucidità, ma il cuore e l'intelligenza non son mai mancate:
"C'è stata una ripartenza nel secondo tempo a ritmi ridotti, poi c'è stata una grande gestione, da squadra matura e consapevole del momento e dell'importanza della gara. Abbiamo saputo difendere con grande ordine, la cosa più bella era che anche chi era fuori è lì per dare il suo contributo. Gli ingressi in campo sono stati ottimi, grande soddisfazione. Ci teniamo stretta la vittoria e guardiamo avanti".

Oggi prestazione di carattere oltre che ottima nel gioco:
"Grandissima soddisfazione, ho visto una compattezza e una solidità mentale da grande gruppo. Il premio è una vittoria fondamentale, contro una squadra che comunque ci ha messo in difficoltà. E' stato impegnativo, il gol decisivo è arrivato solo nel finale".

Ha avuto risposte anche da Hainaut e Zagaritis nelle ultime settimane:
"Bisogna lavorare in questa direzione, senza essere legati al singolo. Ho un gruppo forte, me lo dimostra di giorno un giorno. Le scelte sono sempre complicate, noi abbiamo bisogno di tutti, anche per il caldo. Torneranno anche Coulibaly, Di Chiara, Balogh, Hainaut, c'è bisogno di tutti e voglio aver la possibilità di far cambi senza cambi nella mentalità".

Cosa l'ha spinta a scegliere Camara e affidarsi a Cyprien e Hernani?
"Anche chi sta giocando meno mi dà l'impressione di avere la giusta leggerezza, hanno anche meno chilometri nelle gambe. La scelta di Camara mi piaceva, ci dava la possibilità di cambiare in corsa e lavorare tra le linee. Abbiamo lavorato bene, poi dopo il vantaggio ho voluto fare il doppio cambio e abbiamo mantenuto equilibrio. Nel finale siamo passati anche al 4-4-2, grazie all'ottimo lavoro di Colak e Charpentier".

La sostituzione di Bonny è per il giallo?
"Vedendo quello che si respira voglio correre meno rischi possibili".

Il vostro pressing ha limitato lo Spezia, forse è questa la chiave?
"La linea di condotta della squadra nelle ultime due gare è stata la stessa. Giusto atteggiamento, giusta voglia di far le nostre cose, pressare e fare palleggio. Poi con il Catanzaro abbiamo preso gol, a Bolzano abbiamo concesso poco. Ho visto una squadra sempre dentro, poi non sono arrivati i risultati. In quell'occasione nel primo tempo è stato bravo Chichizola ed ha lavorato con qualità e lucidità".

Cosa ne pensa della prestazione del signor Collu?
"Io gliel'ho detto subito all'intervallo, per me sul primo intervento bisognava prendere una decisione, ci sta il giallo a Bonny ma non è lo stesso metro di giudizio. A noi hanno espulso Hainaut a Cosenza dopo pochi minuti".

La cosa più importante è stata la tenuta mentale, non era semplice:
"Mi dispiace per qualche critica arrivata negli ultimi giorni. Chi pensa che sia una passeggiata commette un grande errore, basta guardare alle altre squadre. Il campionato finisce il 12 maggio. C'era un vantaggio, ce lo siamo guadagnati sul campo. Mantenere questa continuità non semplice, tutti i discorsi fuori dal campo sono fuori luogo".

Che percentuale di merito hanno i tifosi?
"E' stato bello già ieri. Questo rapporto di unione deve continuare, per me i meriti vanno divisi equamente. Lo abbiamo sempre detto, il tutti dentro coinvolge anche i tifosi. Bella partecipazione del pubblico, oggi come ieri. Ultime cinque partite, ci godiamo la vittoria ma la strada è ancora da fare".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile