Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
esclusiva

Torres, Ruocco: "Meritato la C. Obiettivi? Salvezza, ma non ci poniamo limiti"

ESCLUSIVA TMW - Torres, Ruocco: "Meritato la C. Obiettivi? Salvezza, ma non ci poniamo limiti"
martedì 27 settembre 2022, 19:04Serie C
di Claudia Marrone

Dopo la stagione tra i pro con la Giana Erminio, campionato 2020-2021, torna nel in Serie C l'attaccante Francesco Ruocco, che a suon di gol sta trascinando la neo promossa Torres. Un avvio di livello quello del classe 2001, che - trascorse cinque gare - ha messo a referto tre reti.
I microfoni di TuttoMercatoWeb.com, lo hanno contattato.

Una Serie C che sembrava non arrivare mai: come avete vissuto il periodo tra la decisione del Consiglio di Stato e l'ufficialità del vostro approdo tra i pro?
"Parlando a mente fredda, posso dire che non è stato facile, c'era molta ansia, perché il tutto andava a influire anche sul lavoro quotidiano, la programmazione, soprattutto per la società, è stata più dura, ma siamo felici di quello che è stato poi l'esito. Tutto è andato come doveva. Noi calciatori e il club meritavamo questo salto".

Un salto che nel complesso state onorando.
"Fin dal ritiro ho subito visto che stava nascendo una buona squadra, e anche con le cosiddette big come Entella e Cesena, non abbiamo sfigurato, al netto di quelli che sono stati poi i risultati. Certo, nel computo finale certi episodi vanno a pesare, ma è arrivata anche la prima vittoria, meritata: la classifica è migliorata, e tutto questo può solo farci bene".

Una vittoria nella quale hai messo il timbro. Felice del tuo avvio di stagione?
"Un attaccante vive per il gol, ma quello che più mi interessa è poi il risultato finale, quello della squadra: il singolo non può prescindere dal resto, conta fare bene e vincere. Ovviamente se segno sono doppiamente contento, segnare è bello, ma ora dobbiamo solo pensare a dare continuità alla vittoria, per avere quanti più punti possibile e arrivare alla salvezza, il nostro primo obiettivo. Non ci mettiamo limiti, se poi arriverà qualcosa in più ben venga, ma andiamo step by step".

Obiettivi di squadra dichiarati, quindi. A livello personale, invece?
"Non mi nascondo: mi piacerebbe arrivare in doppia cifra".

La C tu ormai la conosci. Ma che girone stai vedendo?
"Il B è un girone per ora equilibrato, ma credo sia troppo presto per dare giudizi o tirare le somme, sono passate solo cinque giornate. Vedremo più avanti".

© Riproduzione riservata