Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta
tmw radio

Tacchinardi: "Juve, i parametri zero? Dipende con che spirito arrivano"

TMW RADIO - Tacchinardi: "Juve, i parametri zero? Dipende con che spirito arrivano"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 20 maggio 2022, 15:37Altre Notizie
di TMWRadio Redazione

A TMW Radio, durante Maracanà, per parlare di Juventus è intervenuto l'ex bianconero, ora tecnico, Alessio Tacchinardi.

Che ne pensa del non rinnovo di Bernardeschi? Dove potrebbe rilanciarsi? 
"Se gli acquisti sono della caratura che si dice penso che il minimo poi sia puntare allo scudetto, essendo questi calciatori fatti e finiti. Penso che gli errori siano stati fatti nelle annate precedenti con ingaggi troppo superiori a il valore reale. Penso che Bernardeschi sia un buon giocatore, una grandissima alternativa se si vuole vincere lo scudetto. Penso insomma che lo stipendio di Bernardeschi che ha percepito in bianconero sia troppo alto e non so se troverà in Italia quello stipendio". 

Che ne pensa invece di questo mercato per Allegri?
"Quando si parla di Allegri comunque dobbiamo ricordarci che ha vinto tanto. Noi facciamo critiche al mister sul fatto magari di alcune scelte ma non è più quello di Cagliari avendo vinto molto. Se si farà questo mercato sarà un mercato di calciatori fatti e finiti che il mister dovrà saper gestire. Se noi parliamo del sistema della Juventus di oggi bisogna distinguere anche le caratteristiche del calciatore. Locatelli per me è un calciatore che ha fatto benissimo del Sassuolo ed è un calciatore che si esalta in un gioco che esalta le sue caratteristiche, Jorginho invece è un giocatore fatto e finito e ha dimostrato di essere pronto in ogni sistema".

Le piace questa idea di concentrarsi tanto sui parametri zero?
"Bisogna stare comunque attenti perché spesso sono calciatori magari di una certa età che cercano gli ultimi contratti per chiudere. Mi ricordo pochi giocatori che abbiano fatto da parametri zero vere modifiche a una squadra. Pogba è un discorso diverso perchè è ancora giovane anche se va capito quanto ancora ha voglia. L’unico parametro zero che mi ricordo ha cambiato davvero tanto è stato Pirlo nella Juventus di Conte".

Secondo lei nonostante i campioni Allegri continuerebbe con questo gioco?
"Allora credo che non ci siano modifiche tattiche incredibili da parte del mister nel caso di arrivo di grandi campioni. Allegri negli ultimi anni che ha allenato sappiamo che è questo qui. Se devo essere sincero quest’anno i bianconeri non mi hanno fatto impazzire. Per quanto riguarda lo spirito Juventus, che si dice che tanto manca, non sono sicuro che adesso basti lo spirito". 

Chi sceglie tra questi quattro parametri zero: Perisic, Dybala, Di Maria e Pogba? E che modulo farebbe? 
"Se potessi scegliere metterei il 3-5-2 e prenderei Pogba e Perisic, mettendo Pogba vicino a Perisic che metto come quinto sulla fascia. Io adoro Pogba e se gioca come sa può spostare gli equilibri in questo campionato ma ci farei una chiacchierata per capire lo spirito con cui verrebbe".