Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBeneventoBolognaCagliariCrotoneFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliParmaRomaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports

Ceferin, attacco a Superlega, Juve, Real. Ma il Barça comunica: "Formula da riconsiderare"

Ceferin, attacco a Superlega, Juve, Real. Ma il Barça comunica: "Formula da riconsiderare" TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
venerdì 23 aprile 2021 00:45I fatti del giorno
di Marco Conterio

Nella giornata di ieri è andata in scena una lunghissima intervista al media sloveno 24ur per il presidente della UEFA, Aleksander Ceferin. Il numero uno del calcio europeo è tornato a parlare del progetto Superlega e delle implicazioni che potrebbe portare questa rivolta fallita: "Ho parlato con il proprietario della Roma e il proprietario del Marsiglia, che sono miliardari americani e hanno dichiarato pubblicamente che non si sarebbero mai iscritti a un campionato del genere perché rispettano i tifosi e la tradizione dei loro club. È ingiusto dire che i proprietari americani sono diversi, anche se è vero che il loro sistema sportivo è diverso".

Su cosa accadrà adesso "Cosa succederà ora? Parleremo di calcio, ma nelle riunioni deciderò chi far sedere vicino a me. Così posso mettere qualcuno un po' più lontano. Se questi club vorranno giocare ancora nelle nostre competizioni, dovranno avvicinarsi a noi e dovremo valutare cosa è successo, ma non voglio entrare nei dettagli, poiché stiamo ancora parlando con il nostro team legale. Direi che i club inglesi hanno preso un'ottima decisione e ne terremo conto, hanno ammesso il loro errore e hanno capito di aver sbagliato. Tutti commettiamo degli errori. In un certo senso sono rimasto deluso da tutti, ma devo dire che forse il Barcellona è quello che mi ha deluso meno.

Su Laporta e sui tedeschi "Laporta è stato eletto da pochissimo tempo e gli ho parlato due o tre volte. Era sotto forte pressione a causa della situazione finanziaria che ha ereditato. Questo succede quando paghi più del dovuto alcuni giocatori e non ottieni un risultato. Prendiamo il Bayern Monaco: non ha debiti e ha vinto la Champions League. Sono stato in costante contatto con il direttore generale del Bayern, Karl-Heinz Rummenigge, e il direttore generale del Borussia Dortmund, Hans-Joachim Watzke. Mi hanno aiutato molto, così come il presidente Nasser Al-Khelaifi, che a rigor di logica sarebbe dovuto essere uno dei primi a prendere parte alla Superlega".

Florentino Perez e altri due club insistono: "Oggi un club mi ha mandato il programma delle gare della Superlega: era molto divertente, perché giocano solo Real e Juventus ogni giorno. Vedremo cosa succederà la prossima settimana. A 24 ore dal congresso sono successe tante cose, ma mi aspetto altre novità entro venerdì. Credo che chi afferma di essere completamente calmo in questa situazione, non dice la verità. La situazione è molto complicata per loro e non per la UEFA, che ha dalla sua parte 235 su 247 club. Anzi, 244. Sono tutti con noi. Ieri ho ricevuto sms di sostegno da praticamente tutti i club in Europa. Quindi ora ci aspettiamo che tutti si rendano conto del loro errore e ne subiscano le conseguenze. Ne parleremo la prossima settimana".

IL COMUNICATO DEL BARCELLONA

Barcellona, comunicato ufficiale sulla Superlega: "Riconsidereremo la formula"
Barcellona, comunicato ufficiale sulla Superlega: "Riconsidereremo la formula"TUTTOmercatoWEB.com
vedi letture condividi tweet
OGGI ALLE 19:03SERIE A
di GAETANO MOCCIARO @GAEMOCC
Riportiamo integralmente il comunicato del Barcellona in merito alle ultime vicende legate alla Superlega:
1) FC Barcelona condivide l'analisi svolta dalla maggior parte dei maggiori club calcistici europei nel senso che, e ancor più nell'attuale situazione socio-economica, è necessario intraprendere riforme strutturali volte a garantire la sostenibilità finanziaria e la redditività del mondo del calcio migliorando lo spettacolo che viene offerto ai tifosi di tutto il mondo e consolidando e anche accrescendo la base sociale su cui si sostiene questo sport, che ne è il principale baluardo e il suo principale punto di forza.

In questo contesto, il Consiglio di Amministrazione del FC Barcelona ha accettato, con urgenza, di far parte, in qualità di Club fondatore, della Superliga, una competizione la cui premessa è migliorare la qualità e l'attrattiva dello spettacolo che viene offerto a i tifosi di calcio e, allo stesso tempo, e come principio inalienabile dell'FC Barcelona, ​​cercare nuove formule di solidarietà con l'intera famiglia calcistica.

La decisione è stata presa con la convinzione che una presunta rinuncia a far parte di questa iniziativa come società fondatrice sarebbe stata un errore storico. Come società sportiva di riferimento mondiale, difendiamo la vocazione di leadership del Club, che è parte imprescindibile dell'identità e dello spirito sportivo, sociale e istituzionale dell'Ente. In ogni caso, l'FC Barcellona, ​​un'entità che è sempre stata e sarà di proprietà di ciascuno dei suoi partner, si riserva espressamente il diritto di sottoporre tale decisione trascendente all'approvazione finale dei suoi organi sociali competenti dopo un studio necessario e approfondito.

2) Avendo verificato la reazione sociale che la suddetta iniziativa ha prodotto in tanti e vari campi, è innegabile che FC Barcellona capisca che bisogna aprire un'analisi molto più approfondita sulle ragioni che hanno generato questa reazione per poter riconsiderare, se appropriato, e dove necessario, l'approccio e la formula inizialmente proposti per affrontare e risolvere tutti questi problemi sempre nell'interesse del mondo del calcio in generale. Questo esercizio di analisi approfondita richiede tempo e la necessaria compostezza per evitare di intraprendere azioni avventate.

Riteniamo altrettanto importante evidenziare il fatto oggettivo che una Corte di Giustizia abbia già concesso la tutela legale urgente richiesta, confermando così la parvenza di buon diritto dell'iniziativa da parte dei Club fondatori del progetto Super League l. In questo senso, il Club ritiene che sarebbe fuori luogo stabilire il necessario processo di riflessione e dibattito sotto criteri di pressioni e intimidazioni ingiustificate.

Pur essendo perfettamente consapevole dell'importanza e dell'interesse informativo che suscita questa vicenda nonché della necessità di agire sempre con la massima trasparenza, l' FC Barcellona agirà in ogni momento con criteri di prudenza e richiede la massima comprensione, rispetto e anche pazienza.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2021 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000