Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Francesco Totti, er Pupone diventato col tempo l'ottavo re di Roma

Francesco Totti, er Pupone diventato col tempo l'ottavo re di RomaTUTTOmercatoWEB.com
martedì 27 settembre 2022, 00:00Nato Oggi...
di Simone Bernabei

Francesco Totti e la Roma. Un amore infinito, una storia che non potrà mai terminare (nonostante il recente allontanamento), iniziata nel lontano 1989 e momentaneamente interrottasi negli ultimi mesi. Dopo aver rifiutato una chiamata da parte della Lazio, perché nella sua famiglia i colori sono sempre stati il giallo e il rosso, approdò alla Roma. La classica trafila nelle giovanili, fino all'esordio in Serie A il 28 marzo 1993, con l'allora tecnico Vujadin Boskov che capì subito tutte le potenzialità del Pupone. Dopo 25 anni con la stessa maglia, 786 partite e 307 gol, 250 dei quali proprio nel massimo campionato italiano, Totti ha deciso di dire basta. La decisione è arrivata al termine della stagione 2016/2017 un po' a sorpresa, con il 10 giallorosso che continuava a sentirsi (e forse continuerà per sempre) un calciatore di livello. Non era della stessa idea Spalletti, che nell'ultimo anno di gestione lo impiegò col contagocce scatenando non poche polemiche con stampa e tifosi. Da qui, la decisione sofferta di dire basta. Dopo l'addio del 28 maggio in mezzo alla sua gente, sul prato dell'Olimpico, la scelta di lavorare al fianco dell'allora neo ds Monchi. Quindi un formale avanzamento di livello, ma con scarse autonomie decisionali, come da lui stesso confermato. Fino alla nuova vita nella sua agenzia con principali compiti di scouting. Il suo palmares, da calciatore e con il club capitolino, vanta una Supercoppa italiana, due Coppe Italia e lo storico terzo Scudetto del club, quello del 2001, con il capitano autore di uno dei tre gol nell'ultima giornata contro il Parma. Con la maglia della Nazionale italiana ha poi conquistato il Mondiale 2006, la ciliegina sulla torta della sua straordinaria carriera che lo ha visto protagonista in tantissimi stadi d'Europa, Bernabeu compreso. Ovvero quello che sarebbe potuto diventare il suo stadio, se non avesse deciso di sposare per sempre la causa giallorossa. Oggi Totti compie 46 anni.

Sono nati oggi anche Claudio Gentile, Anthony Mounier, Granit Xhaka e Luc Castaignos.