Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Brusorio a La Stampa: "Chiesa e quelle cadute di stile, Inzaghi marchio di qualità"

Brusorio a La Stampa: "Chiesa e quelle cadute di stile, Inzaghi marchio di qualità"TUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 26 febbraio 2024, 09:28Rassegna stampa
di Paolo Lora Lamia

Con fondo a firma di Paolo Brusorio, La Stampa ha parlato di quanto accaduto nella domenica di Serie A partendo dalla vittoria della Juventus contro il Frosinone ed evidenziandone aspetti positivi e negativi: "Visto: Vlahovic che si è tirato fuori con le proprie mani (gol e carattere) dalle secche in cui era finito. Non visto: Chiesa. Alle prese con una stagione contromano, l’attaccante bianconero fa davvero poco per riportarsi sulla carreggiata giusta. Buttarsi per terra platealmente dopo l’ennesimo errore simulando un’immaginaria gomitata gli fa davvero poco onore".

L'andamento dell'esterno offensivo ex Fiorentina ricalca un po' quello dei bianconeri: "La crisi di Chiesa preoccupa non poco anche Spalletti: ha così poche certezze il ct da non potersi permettere i dubbi che la regressione dell’attaccante alimenta in modo inequivocabile. Più in generale, il futuro della Juventus ha un contorno tecnico poco definito al netto di un secondo posto il cui rischio è illudere di essere sulla strada giusta".

Chiusura sull'Inter: "Chi di certezze si nutre è invece Simone Inzaghi che stravolge la squadra senza che nessuno se ne accorga con una qualità di giocate e trovate inedite per il nostro calcio. Minimo sforzo? No, massimo Lautaro: 101 gol in A con l’Inter, 22 in questo campionato. Non resta che scrivere la data sugli inviti per la festa scudetto e poi dedicarsi alla trasferta di Madrid, spartiacque del fatturato europeo".

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile