Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Bayern-Plzen 5-0, le pagelle: Sané l'uomo di Champions, top Musiala. Difesa ceca horror

Bayern-Plzen 5-0, le pagelle: Sané l'uomo di Champions, top Musiala. Difesa ceca horrorTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 4 ottobre 2022, 20:42Serie A
di Antonino Sergi

Risultato finale: Bayern Monaco-Viktoria Plzen 5-0

BAYERN MONACO

Neuer 6 - Spettatore non pagante del pokerissimo bavarese, osserva da posizione privilegiata e viene chiamato in causa soltanto su qualche tiro da fuori senza troppe velleità.

Mazraoui 6 - Poteva sfruttare meglio questa possibilità, di buono c'è che si fa sempre vedere in sovrapposizione. Da migliorare la decisione finale, arriva spesso sul fondo ma non riesce a calibrare bene il traversone per i compagni.

Upamecano 6 - Una serata fin troppo tranquilla per la difesa del Bayern Monaco, Chory non si rende mai pericoloso come del resto tutto il reparto avanzato del Viktoria Plzen. Dal 72' Pavard 6 - Non ha nulla di cui preoccuparsi.

De Ligt 6,5 - Poco allenante questa sfida dal punto di vista difensivo, per il resto è il primo a giocare la sfera. Si prende la responsabilità anche di alzarsi sulla linea di centrocampo. Regista arretrato.

Davies 6 - Forse un po' pigro rispetto al solito, forse frenato anche dal risultato ma il canadese spinge meno del solito a sinistra. Discreti comunque i suoi quarantacinque minuti in campo. Dal 46' Stanisic 6 - Prova a farsi notare specie in zona offensiva.

Gravenberch 6,5 - Era la prima vera presenza da titolare in questa stagione, non sfigura l'ex Ajax. Si prende il centrocampo, meno illuminante di Goretzka ma pulito tecnicamente.

Goretzka 7 - Roccioso, non lo butti mai giù. Fa la differenza anche quando si alza sulla trequarti, serve un assist per tempo: il primo a Gnabry ed il secondo a Choupo-Moting. Dal 72' Sabtizer 6 - Si muove bene, crea qualche grattacapo.

Sané 7,5 - E' l'uomo di Champions, capocannoniere della competizione. Apre con un gol il primo tempo, fa altrettanto nella ripresa e sono entrambi gol d'autore. Quattro in tre partite, on fire in Europa l'ex City. Dal 59' Tel 6,5 - La qualità c'è, la personalità anche.

Musiala 7 - Mancava soltanto lui nel festival del gol del primo tempo, a segno tutti gli uomini d'attacco ma il suo viene annullato per fuorigioco di Mané. Fa ciò che vuole palla al piede, facilità disarmante. Dal 46' Choupo-Moting 6,5 - Esordio in questa Champions e gol, capitalizza al massimo l'unica occasione.

Mané 7,5 - Si muove tanto, lo fa bene e manda spesso al bar Holik. E' un po' fortunato nell'azione del gol ma è caparbio come per tutto il corso della sfida, ci prova con il tiro a giro ma senza grande fortuna. Ottimo l'assist per Sané.

Gnabry 7 - Capitalizza al meglio l'unica vera occasione da rete che gli capita in area di rigore avversaria, si muove sia da centravanti che da trequartista. Pratico ed efficace.

Nagelsmann 7 - Dopo l'ottima prestazione in Bundesliga contro il Bayer Leverkusen, si conferma anche in Champions. Terza vittoria in tre gare, demolisce il Viktoria Plzen e continua a guardare tutti dall'alto nel Gruppo C. Qualificazione in mano, il primo posto anche.

VIKTORIA PLZEN

Tvrdon 5,5 - Termina la sua esperienza in Baviera con cinque reti sul groppone, poteva fare di più a livello di piazzamento ma i compagni non gli forniscono la copertura necessaria.

Holik 4 - Affronta, per modo di dire, Sadio Mané. Sempre superato con disarmante facilità dall'ex Liverpool, tiene anche in gioco Gnabry nell'azione del gol del raddoppio bavarese.

Hejda 4,5 - Disastroso. Il capitano del Viktoria Plzen prima si arrende agli attaccanti del Bayern e poi ad un problema fisico, non riesce a fare resistenza in mezzo e si lascia puntualmente scappare i diretti avversari. Dal 63' Tijani 6 - Per sua fortuna il Bayern morde il freno dopo il quinto gol.

Pernica 4,5 - Prova ad utilizzare il fisico ma non basta, i bavaresi affondano con un coltello nel burro in mezzo ai due centrali del Plzen. Non trova nemmeno il sostegno dei compagni di reparto ed il naufragio è servito.

Havel 4 - Il peggior avversario da affrontare in questa Champions League: Leroy Sané. Non lo vede praticamente mai, in cinquanta minuti l'ex City fa quel che vuole su quella fascia senza trovare la resistenza del terzino ospite.

Klavach 5 - Qualche contrasto, nulla più. Gira a vuoto di fronte al lungo palleggio della formazione di Nagelsmann, un prestazione ed una serata da dimenticare anche per lui.

Ndiaye 4,5 - Troppo grande la differenza contro i pari ruolo avversari, deve distruggere il gioco avversario invece finisce frullato nel palleggio ipnotico dei bavaresi. Perde il rimpallo dal quale nasce la rete di Mané.

Kopic 5,5 - L'unico che si avvicina, ma non la raggiunge, alla sufficienza. L'unico che ci prova almeno, un tiro in curva e uno addosso a Neuer. Per il resto un secondo tempo di sofferenza. Dal 58' Jirka 5 - Non si vede mai.

Vlkanova 5 - Ci capisce poco nel primo tempo, costretto ad arretrare a metà campo per dare una mano ai frastornati compagni. Tocca pochissimi palloni, finisce sostituito all'intervallo. Dal 46' Jemelka 5 - Nulla di più rispetto al compagno sostituito.

Mosquera 5 - Prova qualche accelerazione in avvio, si spegne troppo presto come del resto tutto il resto della squadra di Bilek. Partita troppo complicata anche per il capocannoniere dei cechi. Dal 86' Pilar sv.

Chory 5 - Duro il compito della punta del Plzen in partite del genere, ci prova di testa in avvio e quello rimane l'unico pallone ricevuto in area di rigore avversaria. Sempre chiuso da De Ligt. Dal 58' Bassey 6 - Almeno si sbatte, ci prova. Giusto l'atteggiamento.

Michal Bilek 5 - Dopo Barcellona e Inter cade anche contro il Bayern Monaco, troppa la differenza di qualità con i bavaresi e rimane fermo a zero in fondo alla classifica. Nessuno chiedeva di far risultato in Baviera ma, come con l'Inter, l'atteggiamento è rivedibile.