Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Come cambierà la Juve col rientro di Pogba? Al francese Allegri concederà libertà offensiva

Come cambierà la Juve col rientro di Pogba? Al francese Allegri concederà libertà offensivaTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 30 settembre 2022, 18:45Serie A
di Tommaso Bonan

Col rientro di Paul Pogba - che punta la gara col Benfica del 25 ottobre - cambierà la posizione della Juventus in alcune graduatorie statistiche di questo campionato: dall’ultimo posto nei dribbling tentati al terzultimo per la percentuale di quelli riusciti, dal dodicesimo per tiri fatti all’ultimo per attacchi alla profondità (classifiche Wyscout, al cui cambiamento contribuirà, in chiave juventina, anche Federico Chiesa ). Pogba - sottolinea Tuttosport approfondendo la Juve che verrà - porterà alla squadra bianconera ciò per cui la società e Allegri hanno fortemente voluto il suo ritorno: qualità e forza fisica in mezzo al campo, anche negli uno contro uno, capacità di inserirsi in avanti e di essere pericoloso con le conclusioni dalla distanza.

Come Allegri sfrutterà queste sue doti?
Con la rosa che tra un mese potrebbe essere finalmente al completo è probabile che Allegri cerchi un assetto più stabile, difficile prevedere quale, dipenderà anche dal rendimento dei singoli: di certo - conclude Tuttosport - a Pogba sarà concessa una certa libertà in fase offensiva, dunque sarà impiegato prevalentemente da mezzala in un centrocampo a tre (4-3-3, 3-5-2) o, in caso di centrocampo a due centrali (4-4-2, 3-4-1-2), con accanto un compagno più difensivo (Rabiot più di Paredes).