Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Dopo De Ketelaere e Origi: Pioli traccia le linee del calciomercato del Milan

Dopo De Ketelaere e Origi: Pioli traccia le linee del calciomercato del MilanTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
sabato 6 agosto 2022, 07:15Serie A
di Antonello Gioia

Nell'intervista pubblicata ieri su La Gazzetta dello Sport, Stefano Pioli ha rilasciato diverse indicazioni interessante su quella che sarà la nuova stagione sia dal punto di vista tecnico-tattico (con alcuni spunti sul modulo e le varianti da utilizzare) che sul calciomercato, da sfruttare per qualche nuovo innesto negli ultimi 23 giorni disponibili.

Cosa serve
Nessuna novità nelle parole del tecnico rossonero: "Sulla carta mancano due ruoli, il difensore e il centrocampista. Non vogliamo sostituire chi se ne è andato con dei sosia, anche perché un altro Kessie non c’è. Ci servono due caratteristiche: esplosività e intelligenza". Era chiaro: Maldini e Massara, dopo l'aqcuisto del trequartista e della punta, cercheranno un difensore centrale di riserva (Ndicka, Diallo e Tanganga i nomi del momento) e un centrocampista (Fofana, Sarr e altri sono tra i profili graditi).

Progetto chiaro
Tutto fatto in maniera sostenibile: "Ogni società - ha spiegato Pioli - fa le proprie valutazioni: noi con un progetto sostenibile abbiamo dimostrato di poter vincere. Oltre un certo livello il club credo non voglia e non possa arrivare. Di sicuro non ho mai temuto che la nuova proprietà arrivasse e vendesse i giocatori più importanti: ci era stato detto in partenza che la filosofia sarebbe rimasta la stessa". Il Milan, dunque, continuerà sulla stessa linea: cercare giocatori giovani e di talento, regalando a Pioli la stoffa giusta per cucire le idee tecnico-tattiche (chiare chiarissime) dello stesso mister.