Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta
esclusiva

Sissoko: "Fiorentina, puoi vincere la Conference. Poi andrai in Champions"

ESCLUSIVA TMW - Sissoko: "Fiorentina, puoi vincere la Conference. Poi andrai in Champions"TUTTO mercato WEB
© foto di Federico De Luca
sabato 25 marzo 2023, 15:15Serie A
di Alessio Del Lungo

Campionato, Europa League e Conference League. Tanti i temi trattati da Mohamed Sissoko, ex centrocampista di Fiorentina e Juventus, nell'intervista esclusiva concessa a TuttomercatoWeb.com, cominciando proprio dai viola: "Stanno facendo bene. Piano piano troveranno un posto in Europa League e in Champions League".

E la Conference League è alla portata della Fiorentina?
"Non so effettivamente se possono vincerla, anche perché hanno una squadra molto giovane. Al momento stanno facendo bene, la competizione non è facile, ma sicuramente hanno le capacità per vincerla".

Con Vincenzo Italiano al timone. È l'uomo giusto per questa squadra?
"Sì, è un buonissimo tecnico, così come Aquilani. È giovane, arriverà in prima squadra e farà bene, si parla molto di lui in Francia".

Come mai Ikone sta alternando prestazioni positive ad altre negative e non riesce ad affermarsi?
"Non è facile quando sei giovane, devi imparare molte cose, ma può diventare un grande giocatore. La Serie A è difficile, non è facile adattarsi per nessuno. Nel calcio le cose tornano, 4 anni fa la Spagna dominava, poi è arrivato il momento dell'Inghilterra e ora è quello delle squadre italiane. Spero la Serie A torni grande nel mondo".

La Juventus invece è in grande ripresa. Dove può arrivare?
"Sta facendo bene malgrado un inizio difficile. Tutti i problemi avuti dalla società hanno dimostrato che i giocatori hanno carattere. L'uomo simbolo ora è Rabiot, tornato con molta fiducia dal Mondiale. È molto importante per Allegri".

Quanto pesa invece la penalizzazione di 15 punti?
"Difficile dirlo, speriamo che possa tornare ad essere la Juventus di prima, con una buona immagine. Giocare con 15 punti di penalizzazione non è facile, devi pensare a più cose, c'è più pressione... Ci sono tanti problemi, ma i calciatori vogliono far bene per quello che la Juventus rappresenta. Spero raggiunga gli obiettivi prefissati".

Avere Di Maria è un vantaggio enorme però.
"È un fuoriclasse, sta dimostrando che è un grande giocatore. La Juventus ha bisogno di lui per vincere e per fare differenza".

Chi sta deludendo è Vlahovic.
"Giocare alla Fiorentina o alla Juventus non è lo stesso. In viola tutti giocavano per lui, alla Juventus è diverso, ma i bianconeri hanno speso tanti soldi e pensano che possa far bene. Ripeto, non è però lo stesso livello. La Juventus ha vinto tutto, è grande nel mondo, l'altra ha grandi giocatori, sta facendo bene, ma la pressione non è la stessa e per quello fa fatica".

© Riproduzione riservata
Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile