Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Fiorentina, triplice fronte: Jovic e Dodô vicini al traguardo, Mandragora un po' più indietro

Fiorentina, triplice fronte: Jovic e Dodô vicini al traguardo, Mandragora un po' più indietro
© foto di Federico Titone/BernabeuDigital.com
lunedì 27 giugno 2022, 09:00Serie A
di Dimitri Conti

La settimana che inizia oggi, oltre ad essere quella che contiene la data del 30 giugno in cui scadranno contratti o le ultimissime opzioni (Callejon ha già le valigie pronte, così come Piatek per rientrare all'Hertha dal prestito mentre sia Saponara che Rosati sono in stand-by) è anche quella che segna l'avvio ufficiale del mercato estivo - si comincia venerdì - e, per la Fiorentina, sembra quella buona per poter annunciare i primi colpi ufficiali in entrata.

Jovic e Dodô i più vicini, sfida al Torino per Mandragora
I due su cui c'è maggiore fiducia, e per i quali sembra davvero solo questione di ore sono quelli di Luka Jovic e Dodô. Per quanto riguarda il primo, con il Real Madrid si tratta ormai di riuscire a definire gli angoli del prestito entro cui si svilupperà l'affare, già instradato. Discorso simile, ma con formule e dettagli differenti, per Dodo. Il terzino vuole solo la Fiorentina e per far sì che l'unione diventi realtà è questione di pareggiare le richieste dello Shakhtar (15 milioni) e compensare sul lato delle commissioni quanto per ora manca. Infine, Rolando Mandragora. Con la Juventus, di nuovo proprietaria in pieno del suo cartellino, c'è intesa e tale punto va raggiunto anche nei confronti del calciatore, poco intenzionato a mollare l'opportunità di tornare nella Torino granata così a cuor leggero. Per questi tre, in particolare i primi due, ogni ora che passa può diventare quella decisiva verso la linea del traguardo.