Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Hellas, tutto ruota attorno a Marroccu. Con il nuovo d.s. partirà ufficialmente il mercato

Hellas, tutto ruota attorno a Marroccu. Con il nuovo d.s. partirà ufficialmente il mercatoTUTTOmercatoWEB.com
© foto di Balti Touati/PhotoViews
giovedì 26 maggio 2022, 09:30Serie A
di Luca Chiarini

Il carosello della stagione 2022/2023 del Verona è già approntato. Perché venga messo in moto occorre però che qualcuno prema il pulsante d'accensione. Tutti gli indizi conducono ad un solo profilo: quello di Francesco Marroccu, da tempo promesso sposo dei veneti. Un matrimonio in attesa soltanto di essere celebrato. Perché il sì sia definitivo manca però ancora un piccolo dettaglio: il dirigente classe '66 deve liberarsi dal vincolo con il Brescia - la scadenza è fissata per il prossimo 30 giugno, troppo in là con una stagione ancora tutta da programmare -, e deve provare a farlo in tempi ragionevolmente brevi.

Va dunque individuata la modalità più percorribile per chiudere il rapporto con le Rondinelle e prendere dimora in via Olanda. Passaggio fondamentale e non ancora definito, motivo per cui quella attuale può essere definita una situazione di "stallo", senza sconfinare in eccessivi allarmismi che non hanno (non al momento) alcuna attinenza con la realtà. In soldoni: è il tempo della pazienza, in attesa di giungere ad una conclusione che soddisfi tutte le parti.

Anche perché il tempo è tiranno, e il lavoro da fare richiede programmazione e sforzo notevoli. Andrà impostata la prossima stagione, partendo dalla guida tecnica della squadra, che sarà affidata con ogni probabilità a Gabriele Cioffi. Il tecnico uscente dell'Udinese è il favorito per raccogliere l'eredità di Igor Tudor, attratto da altri progetti e ormai persuaso a declinare la proposta di permanenza messa sul piatto da Setti. Anche la rosa subirà ritocchi importanti, in entrata e in uscita. Sarà inevitabile qualche sacrificio, a partire da quello di Antonin Barak, di fatto "liberato" dallo stesso patron nell'intervista concessa a Telenuovo. Restano da sciogliere i nodi legati al futuro di Simeone, il cui riscatto resta ad oggi tutto fuorché scontato. Per un centravanti che potrebbe non restare, un altro che ha buone chance di arrivare: Piccoli è stato bloccato, per il via libera definitivo si attende con ogni probabilità l'annuncio del nuovo direttore sportivo.