Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroCalendariEuro 2024
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliaricomoempolifiorentinagenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliparmaromatorinoudinesevenezia
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenafrosinonelatinalivornonocerinapalermoperugiapescarapordenonepotenzaregginasalernitanasampdoriasassuoloternanaturris
Altri canali euro 2024serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Le mosse di Cristiano Giuntoli per una Juventus sempre più forte

Le mosse di Cristiano Giuntoli per una Juventus sempre più forteTUTTO mercato WEB
Cristiano Giuntoli
mercoledì 12 giugno 2024, 07:45Serie A
di Redazione TMW
fonte Vincenzo Marangio per BIANCONERANEWS.IT

Ci siamo, finalmente. Dopo tanto seminare è il momento del raccolto, i risultati del lavoro di Cristiano Giuntoli, incredibilmente criticato da qualcuno dopo un primo anno in cui di fatto non poteva fare altro che seminare, cominciano a vedersi. Immaginatevi di essere dei contadini a cui danno in affidamento ettari di terreno disastrato, da recuperare e rendere fertile nel minor tempo possibile, ci vuole il giusto studio del terreno, il lavoro adeguato nei tempi opportuni prima di vedere la terra generare frutti. Bene, gli ettari messi a disposizione da Elkann al suo nuovo direttore tecnico sono pronti a germogliare.

Ieri è stato il giorno di Thiago Motta, finalmente la firma è arrivata, manca soltanto l'ufficialità e sono arrivati anche i primi clamorosi regali di Cristiano Giuntoli: il primo è un dono impacchettato e infiocchettato ad John Elkann, la cessione ormai definita di Szczęsny all' Al Nassr, le casse della Juventus non incasseranno soltanto 5 milioni ma risparmieranno circa 13 milioni di ingaggio lordo, con l'arrivo di Di Gregorio che verrà pagato 18 milioni più 2 di bonus il prossimo anno; nel bigliettino del dono di Giuntoli alla proprietà del club c'è scritta la parola che interessa di più all'ingegnere "sostenibilità".

Il secondo regalo è per Thiago Motta, ed è soltanto il primo di una lunga serie: Douglas Luiz. Centrocampista brasiliano 26 enne tra i migliori al mondo nel suo ruolo. Un primo cadeau per cambiare la struttura e la qualità di un centrocampo che tornerà da Juve. Operazione che comprenderà la cessione di Iling e McKennie, due probabili "problemi" tattici comunque da risolvere e, comunque, due plusvalenze per la società. Nel biglietto che accompagna il dono per Motta c'è scritta una sola parola, una dichiarazione d'intenti: competitività.

E di regali per tecnico e società, con bigliettini che celebrano sostenibilità e competitività ce ne saranno tanti in serie: Calafiori, che ha fatto sapere al Bologna che vuole soltanto la Juventus; Rabiot, pronto ad esserne il capitano sfruttando il decreto crescita; Koopmeiners per il quale prima o poi si troverà l'accordo (anche qui con cessione di Huijsen che significherebbe ancora plusvalenza); Di Lorenzo che ha già detto a Conte che farà di tutto per andare alla Juventus perché non desidera altro. E siamo appena a giugno.

Adesso capite perché ho sempre chiesto fiducia in Cristiano Giuntoli? La Juventus, per come l'abbiamo sempre conosciuta, sta tornando....

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile