Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Le nazionali complicano i piani dello Spezia: Reca e Kovalenko out, due strade per Gotti

Le nazionali complicano i piani dello Spezia: Reca e Kovalenko out, due strade per GottiTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 27 settembre 2022, 09:30Serie A
di Niccolò Pasta

La pausa nazionale non sorride allo Spezia di Luca Gotti, che perde due elementi importanti come Arkadiusz Reca e Viktor Kovalenko, che mai come nell'ultimo periodo prima della sosta era parso in ottima forma. Con un'infermeria ancora abbastanza piena e in attesa di capire le condizioni di Daniele Verde, per cui i prossimi giorni saranno fondamentali, lo Spezia si trova di fronte ad un bivio: cambiare modulo o adattare alcuni giocatori, provando a lanciare qualche elemento che fin qui ha giocato meno.

Addio difesa a tre? Ellertsson verso più spazio
Senza Reca, le strade per Gotti restano due confermando la difesa a tre: spostare Bastoni come laterale a tutta fascia o abbassare Gyasi come ad inizio stagione, 'spezzando' la coppia d'attacco con Nzola. In entrambi i casi, a beneficarne potrebbero essere due elementi su cui il club punta molto ma che in questo inizio non hanno trovato molto spazio: Mikael Ellertsson e David Strelec. Il giovane centrocampista è stato più volte lodato da Gotti, che in estate ha posto il veto sulla sua cessione. L'attaccante, invece, è reduce da qualche acciacco fisico ma ha dimostrato di vedere la porta e in coppia con Nzola potrebbe dimostrarsi il vero 9 prolifico di cui lo Spezia ha un disperato bisogno. L'alternativa a tutto ciò è cambiare il modulo di partenza e ripartire da una difesa a quattro: i liguri hanno dimostrato di essere piuttosto fluidi e in grado di adattarsi ad ogni situazione, ma fin qui l'ingranaggio 3-5-2 ha funzionato e andarlo a modificare potrebbe essere un rischio.