Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCagliariEmpoliFiorentinaGenoaHellas VeronaInterJuventusLazioMilanNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdineseVenezia
Canali altre squadre AkragasAlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCasertanaCataniaCesenaFrosinoneLatinaLecceLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaSalernitanaTernanaTrapaniTurrisVeneziaVirtus Entella
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSports
live

Sassuolo, Dionisi: "Raspadori determinante, ma non l'avevamo preparata così"

LIVE TMW - Sassuolo, Dionisi: "Raspadori determinante, ma non l'avevamo preparata così"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
domenica 5 dicembre 2021, 17:37Serie A
di Niccolò Pasta
fonte Inviato al "Picco"
Diretta scritta su TUTTOmercatoWEB.com. Premi F5 per aggiornare!

17.05 - Dopo lo scoppiettante pareggio del Picco contro lo Spezia, tra pochi minuti Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, interverrà in conferenza stampa per analizzare il risultato. Segui le sue parole grazie al live di TMW!

17.26 - Inizia la conferenza stampa: "Raspadori è stato determinante, ha concluso, finalizzato, ha trovato combinazioni importanti. Era pensata così, non l'avevamo preparata per partire così nel primo tempo. Abbiamo concesso qualcosa, sapevamo lo Spezia avrebbe fatto questa partita e ci siamo fatti sorprendere".

Questa è una prova di maturità?
"È stata una settimana impegnativa, oggi siamo stati rimandati a settembre perché nel primo tempo potevamo essere più intensi. Questo errore non possiamo farlo, non dobbiamo aspettare palla. Siamo in crescita e lo siamo da un po', oggi abbiamo dimostrato di non voler perdere, ed è un valore. È stata una settimana impegnativa, dopo due bei risultati, venire a Spezia non era facile. Prendo il positivo ed è che siamo rimasti in partita e abbiamo provato a vincerla".

Con il Sassuolo non ci si annoia mai.
"Se voleva essere un complimento la ringrazio. Dobbiamo migliorare nel concedere e nel creare. Dobbiamo mettere i nostri attaccanti in condizione di essere pericolosi, ma non possiamo giocare senza difenderci. Oggi lo Spezia ha fatto la partita sulle transizioni e abbiamo rischiato. Non è facile riprendere le partite, ma c'è tanto di positivo. Riprendere la partita con una squadra che non muore mai è importante".

Cosa potevate fare diversamente nel primo tempo?
"Abbiamo commesso un errore a Udine, se le squadre ci aspettano non possiamo muovere palla lentamente. Eravamo scolastici nell'arrivare sui terzini e quando arrivavamo davanti giocavamo spalle alla porta e con la fisicità lo Spezia si faceva valere. Abbiamo messo Raspadori tra le linee, velocizzando il gioco, e lì abbiamo accelerato, muovendo la palla velocemente. Prima o poi quando ti avvicini devi velocizzare".

Più arrabbiato o felice per la rimonta?
"Dobbiamo essere bravi ad accettare tutto e riconoscere entrambe le cose. siamo stati leziosi e poco cinici e poi siamo stati quelli del secondo tempo. Ora ci domandiamo chi vogliamo essere, non possiamo sempre riprendere le partite. Quindi finiamo in maniera positiva, è stata una settimana impegnativa e muoviamo la classifica. Potevamo ottenere di più oggi ma non l'abbiamo meritato. L'analisi è positiva".

Lei ha detto che dovevate migliorare con le squadre con la vostra classifica simile. Oggi com'è andata?
"Ho detto che dobbiamo migliorare con le squadre al nostro livello ed è così, dobbiamo migliorare e crescere, meritarsi sul campo la classifica perché la costruiamo noi. Oggi abbiamo un po' pagato dazio. Le squadre che ci affrontano con una classifica simile ci riconoscono, fanno la partita sui nostri errori. Dobbiamo crescere, non sempre l'abbiamo recuperata. Oggi siamo stati bravi anche perché veniamo da un trend positivo, ma non è facile fare lo step. Oggi non l'abbiamo dimostrato al 100%".

Quanto è bello vedere i giovani fare bene?
"È stata una scelta dargli spazio, lo spazio gli va costruito. Se la squadra avesse tenuto giocatori importanti avrebbero trovato meno spazio. Devono crescere e stanno crescendo. Scamacca era cotto al 60', ma per le sue qualità l'ho tenuto fino alla fine per vincerla. E lui, nonostante la stanchezza, è rimasto in campo da giocatore più maturo. I giovani hanno picchi, in basso e in alto, vanno supportati".

17.37 - Si chiude la conferenza stampa.

TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
Editor: TC&C srl web content publisher since 1994
Testata giornalistica Aut.Trib.di Arezzo n. 13/05 del 10/11/2005
Direttore Responsabile: Michele Criscitiello

Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione n. 18246

Copyright © 2000-2022 - TUTTOmercatoWEB.com ®
Tutti i diritti riservati

P.IVA 01488100510

TMW Radio
TMW News
TMW Magazine
TMW Mob Calcio 2000