Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Napoli, Spalletti: "Bravi tutti, siamo giovani e cresceremo. Lobotka oggi sembrava Iniesta"

Napoli, Spalletti: "Bravi tutti, siamo giovani e cresceremo. Lobotka oggi sembrava Iniesta"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 15 agosto 2022, 21:19Serie A
di Pierpaolo Matrone

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, dopo la vittoria del Napoli sul campo dell'Hellas Verona è intervenuto al microfono di Dazn: "Non è una partita che può dire quale sarà il percorso, bisognerà darci tempo. In alcune situazioni abbiamo fatto vedere di essere giovani. Anche se poi abbiamo vinto la partita in maniera abbastanza netta, in alcune scelte, in alcune prese di campo potevamo fare meglio. In alcuni momenti poi abbiamo concesso troppo. Dopo quel primo tempo bisognava far valere subito la qualità superiore che avevamo".

De Laurentiis le ha fatto i complimenti.
"Bravissimi i calciatori, i meriti vanno sempre ai calciatori che preparano bene le partite durante la settimana. Ero sicuro che il Napoli avrebbe offerto una buona prestazione perché ho visto tutti interessati, vogliosi di far vedere che il Napoli ha fatto bene a puntare su di loro. In alcuni momenti dobbiamo essere più cattivi e alzare il ritmo. I meriti comunque vanno sempre ai calciatori".

Cosa manca a Zielinski per raggiungere la massima potenzialità?
"Oggi è stato perfetto negli inserimenti, nei ripiegamenti, non ricordo di avergli visto perdere un pallone. E poi ha fatto questo grandissimo gol, arrivato da un inserimento di 60 metri e la lucidità di concludere. E' lui il primo ad essere rammaricato per il campionato scorso, ma ha già fatto intravedere che quest'anno sarebbe stata una storia diversa e alla prima partita ufficiale l'ha confermato".

Lobotka è stata la chiave?
"Lobotka oggi sembrava Iniesta, ha fatto una partita eccezionale. Lui porta la squadra ad avere la possibilità di andare ad attaccare negli spazi. Ha dato il la a delle ripartenze incredibili. Il gol è di una qualità e una lucidità straordinarie. Anche l'anno scorso sul finale di campionato ha fatto un gol così, stasera ha fatto queste percussioni diverse volte. Sembra che lo prendi, ma poi lui è cinghialotto nel modo di fare, prende campo e non riesci a recuperarlo".

Senza tutti quelli che sono andati via vi faranno perdere personalità?
"Di Lorenzo investito dalla carica di capitano ha preso tante decisioni, ha aperto bocca e ha detto cose da capitano alla squadra. Mi è piaciuto tantissimo. E mi è piaciuto tantissimo a vedere tutti a partecipare. Se riusciremo a coinvolgere anche i nostri tifosi possiamo divertirci un'altra volta".

Oggi i tifosi, mille, sono stati fantastici.
"Si sono fatti sentire come sempre, sappiamo il bene che ci vogliono. Possono stare tranquilli che quelli che vestono la maglia sull'etichetta hanno scritto la passione dei nostri tifosi. Nessuno di noi prenderà questa responsabilità sottogamba, di questo possono stare certi".

Kvaratskhelia invece chi sembrava?
"Ha fatto vedere in alcuni momenti di andare leggero su alcune situazioni. E' un calciatore completo, ha questa tecnica importante. Ha fatto giocate importanti e un gol bellissimo, di testa, non la sua principale qualità. Ma poi avrà sentito qualche muscolo tirare, nel senso che era emozionato. Può fare meglio".