Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Roma, il bilancio: pre Friedkin è un vero disastro. L'aumento di capitale è vitale

Roma, il bilancio: pre Friedkin è un vero disastro. L'aumento di capitale è vitale
martedì 22 marzo 2022, 19:45Serie A
di Andrea Losapio

La Gazzetta dello Sport ha analizzato i conti del nostro calcio con uno speciale di due pagine con le 20 squadre della scorsa Serie A.

ROMA

Un vero e proprio disastro i conti della Roma nel 2020-21. Non c'è altra parola che può descrivere meglio quale è il momento giallorosso. Se l'Inter ha avuto un netto record, così come i debiti netti, almeno ha un patrimonio da cui attingere. La Roma segna -273,2 milioni di patrimonio netto oltre a debiti per 523.4 milioni. Un'enormità considerando che i giallorossi hanno fatturato solamente 205,2 milioni e hanno speso 375. È un paese del Bengodi che non può continuare così e qualsiasi altra società dovrebbe tranquillamente portare i libri in tribunale: di fatto il risultato netto è -185, ma in generale ci vorrebbero quattro esercizi per ripianare tutto, visto il fatturato. Ovvio che non funzioni così, però è indice di quello che è il quadro.

Il fatturato
È, appunto, di 205 milioni consolidati nel 2020-21. Non c'è la Champions League, ovviamente, che era quella che manteneva i conti più o meno con la barra dritta, ci sono i diritti televisivi nazionali che aiutano a gonfiare il dato, ma anche quello delle spese con 375 milioni. Nel 2019-20 era andata anche peggio, con un -204,1 che sfiora pericolosamente il fatturato. Come se la Roma spendesse il doppio di quanto guadagna. Quale azienda può permettersi tutto ciò? Nessuna. Infatti la situazione sarebbe drammatica senza un azionista di riferimento.

Il fattore Friedkin
Qui entra chiaramente in gioco Friedkin. 63,4 milioni per l'86,6% del club. 8,4 milioni per le altre partecipazioni, 111 milioni per rimborsare i finanziamenti soci di Pallotta, 16 per lo Stadio. 199 milioni complessivi, a cui vanno aggiunti tutti gli altri: 132,6 nel 2020, 176,9 nel 2021, 32,5 nel 2022. Altri 342,5 milioni. In più ci sarà un aumento di capitale in ballo da 400 milioni per fine 2022. Insomma, Friedkin sta spendendo cifre pazzesche per trovarsi in mano una squadra da quinto posto e dovrà arrivare pericolosamente vicino al miliardo speso. Sarebbe una situazione tragica, ma la Roma ha speso circa 80 milioni a giugno. Forse Abraham sarà una futura plusvalenza, ma è evidente che qualche problema ci sia.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile