Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Roma, Mou aspetta i nazionali e ricomincia dalla difesa a tre

Roma, Mou aspetta i nazionali e ricomincia dalla difesa a treTUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
giovedì 7 luglio 2022, 08:30Serie A
di Dario Marchetti

Il countdown alla nuova stagione è già partito e Mourinho ha ben chiari in mente gli step da qui al 14 agosto. Per questo da martedì a Trigoria ha iniziato subito a far lavorare i suoi con il pallone blindando sedute e amichevoli. Nemmeno i fotografi del club possono riprendere o produrre materiali: tutto deve restare all’inter delle mura del centro sportivo e così sarà anche nel ritiro in Portogallo. La meta scelta, Albufeira, non è casuale. Come lo scorso anno in Algarve, agli uomini dello Special One sarà garantita massima privacy, lontano dai riflettori dei media italiani. Nelle due settimane in Portogallo, inoltre, Mourinho ritroverà anche tutti i nazionali. Da Abraham a Spinazzola, passando per Mancini, Cristante e tutti gli altri che fino a metà giugno erano impegnati con le rispettive selezioni.

L’augurio dello Special One è di aver risolto anche il caso Zaniolo e di abbracciare qualche altro acquisto (Frattesi su tutti). Nel frattempo sabato a Trigoria ci sarà la prima amichevole, chiaramente a porte chiuse, con il Trastevere e già in quell’occasione si potrebbe intravedere qualche primo indizio sull’indirizzo tattico che vorrà prendere. Dai primi allenamenti trapela la volontà di ripartire dalla difesa a tre che tanto bene ha fatto da Natale in poi. Servirà però un altro centrale dal mercato per avere la possibilità di farne ruotare cinque, ma contestualmente con Matic e il recupero di Spinazzola, Mou lavorerà anche sulla difesa a quattro. Insomma, l’impianto principale rimarrebbe il 3-4-2-1, ma all’occorrenza la squadra sarebbe preparata anche a passare al 4-2-3-1. Una duttilità che il portoghese vuole che diventi l’arma in più della sua seconda Roma.