Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacagliariempolifiorentinafrosinonegenoahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasassuolotorinoudinese
Canali altre squadre ascoliavellinobaribeneventobresciacasertanacesenalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginasampdoriaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionalipodcaststatistichestazione di sosta

Sassuolo, senza Berardi serve una svolta in attacco e la mano del "Balla" in difesa

Sassuolo, senza Berardi serve una svolta in attacco e la mano del "Balla" in difesaTUTTO mercato WEB
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 4 marzo 2024, 09:23Serie A
di Andrea Piras

Oltre al danno la beffa verrebbe da dire. Il Sassuolo sta attraversando uno dei suoi periodi di crisi più ampio della sua storia recente. Sconfitta, seppur di misura, in quel di Verona la formazione emiliana è relegata all'ultimo posto in classifica con soli 20 punti. Un ruolino di marcia negativo in questo 2024 da incubo per i neroverdi visto che dopo il successo contro la Fiorentina del 6 gennaio hanno raccolto solo un punto nelle successive otto partite con un pareggio e ben sette sconfitte. Una luce che, per il momento, sembra non vedersi in fondo al tunnel.

Piove sul bagnato
A complicare i piani della squadra ora allenata da Ballardini ci si è messa la sfortuna. Al "Bentegodi" dopo pochi minuti Domenico Berardi ha dovuto alzare bandiera bianca per un infortunio al tendine d'Achille. Oggi ne sapremo di più con gli esami strumentali ma la sensazione è che la sua stagione si possa considerare conclusa qui, Europeo compreso. Una brutta botta per la squadra che perde il suo uomo migliore nel reparto offensivo e autore di nove gol nelle 19 partite in cui è stato impiegato.

Svolta in attacco e la mano del "Balla"
Con l'assenza del suo numero 10 il Sassuolo adesso cerca i gol di Andrea Pinamonti, arrivato in questa stagione in doppia cifra con 10 reti, ma soprattutto di chi in stagione non è riuscito a lasciare il segno. Come Armand Laurienté ed Emil Ceide, una sola marcatura a testa, oppure Samuele Mulattieri, due gol segnati, fino ad arrivare a Gregoire Defrel e Samu Castillejo ancora a secco. Fare gol ma anche subirne meno visto che i neroverdi sono la seconda peggior difesa del torneo dopo il Frosinone con Consigli che si è inchinato 55 volte a raccogliere il pallone in fondo al sacco. In questo può aiutare Davide Ballardini, maestro del pragmatismo e capace di blindare le difese. Tempo ce n'è ma occorre un'immediata inversione di tendenza per inseguire la salvezza.

Primo piano
TMW Radio Sport
Serie A
Serie B
Serie C
Calcio femminile