Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Como, Longo: "Questo è l'inizio di un nuovo percorso. Serve il giusto atteggiamento in campo"

Como, Longo: "Questo è l'inizio di un nuovo percorso. Serve il giusto atteggiamento in campo"TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 28 settembre 2022, 17:40Serie B
di Tommaso Maschio

Prima conferenza stampa di Moreno Longo, neo tecnico del Como, in vista della sfida contro il Cosenza che aprirà la settima giornata di Serie B: “Ho grande curiosità, ci siamo allenati e ho iniziato a conoscere i giocatori, quindi c’è voglia di vedere la capacità della squadra di fare bene nei momenti che contano. In questi primi giorni ho insisto molto sulla mentalità con cui andare ad affrontare ogni esercizio, situazione e partita. L’approccio è fondamentale e in Serie B non si può sbagliare da questo punto di vista, quindi mi aspetto subito qualcosa in questo senso. La squadra mi ha dato segnali positivi, ho trovato un gruppo motivato che ha risposto bene e con disponibilità. Ora bisogna essere bravi a finire bene la settimana e mostrare in campo cosa abbiamo preparato. Classifica? Non è semplice dire perché abbiamo così pochi punti, ma dobbiamo migliorare sotto ogni aspetto perché ci sono state delle problematiche. Per me questo è l’inizio di un percorso per uscire da questa situazione e dobbiamo farlo con un atteggiamento di grande umiltà e consapevolezza perché solo così possiamo conquistare i punti in questo campionato. - continua Longo – Modulo? Sono ripartito da quello adottato contro la SPAL per capire che sensazioni poteva dare e ho analizzato poi l’idea di cambiare. La rosa è costruita per interpretare più moduli e ci sono gli uomini per giocare sia a due sia a tre in mezzo al campo, lo stesso per la difesa. Fabregas poi può giocare in più ruoli per intelligenza, esperienza e senso della posizione, ma credo che con un centrocampo a tre possa essere agevolato maggiormente nei suoi compiti. Spero poi di avere presto al 100% Chajia, un giocatore che in avanti può giocare da trequartista, seconda punta o esterno d’attacco e che se innescato bene può essere determinante. In Serie B però sappiamo che con i nomi non di va da nessuna parte e i giocatori di livello contano fino a un certo punto. Basti vedere al Parma o al Crotone dello scorso anno”.

Spazio infine al Cosenza avversario di turno e al campionato: “I Lupi sono una squadra che conosco bene, con uno stadio e un ambiente caldo e passionale che li accompagnano. La squadra è stata costruita bene e ha un allenatore con idee infatti stanno bene in campo e hanno l’atteggiamento giusto per la B. Lottano, corrono, ci credono sempre e diventano anche sporchi quando serve. Poi in Serie B non esistono gare facili, bisogna che tutti se ne rendano conto, altrimenti non si va da nessuna parte. In questo momento, guardare in alto non ha senso. Occorre piuttosto creare un'identità forte, a cui anche aggrapparsi nei momenti di difficoltà".