Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta

Mirri: "Il Palermo non sarà come quello di Barbera o Zamparini. Basi solide grazie al City"

Mirri: "Il Palermo non sarà come quello di Barbera o Zamparini. Basi solide grazie al City"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
venerdì 23 settembre 2022, 11:04Serie B
di Tommaso Maschio

Lunga intervista a Dario Mirri, presidente del Palermo, sulle colonne del Corriere dello Sport in cui si tratteggiano gli obiettivi per il futuro a cominciare dalla sinergia con il Manchester City: “Palermo è una grande opportunità, sono andato in giro a raccontarla e il City Group è la migliore società produttrice di calcio al mondo. Ferran Soriano, l’ad, è un uomo del Mediterraneo, conosce Palermo meglio di tanti palermitani. Siamo la quinta città italiana, riferimento di almeno mezza regione, la Sicilia occidentale e le potenzialità inespresse sono enormi. Dall’accademia che vogliamo creare all’internazionalizzazione della squadra e del marchio. Lo abbiamo spiegato e il City ha capito. L’ambizione, o il sogno se si preferisce, è tornare in Serie A e naturalmente per rimanerci, perché non c’è nulla di peggio che salire e poi ricadere. Niente squadre ascensore come ai tempi di mio zio Renzo Barbera negli anni settanta. Né vogliamo essere la società meravigliosa di Zamparini che si basava sull’intuito del proprietario e su scelte tecniche azzeccate, ma non aveva fondamenta. Un grande sogno senza basi solide diventa un incubo. A prescindere da Dybala, Pastore, Cavani che vanno e vengono, ci vogliono pilastri stabili. - continua Mirri - Di piano industriale parlano tutti, lo so. però il City ha dimostrato che risultati costruiti nel tempo diventano stabili. In meno di vent’anni ha raccontato una storia di successo. È ciò che si spera accada per tutte le squadre del gruppo, di sicuro deve valere per il Palermo. Il Manchester City nel 1999 era sostanzialmente come il Palermo. Guardatelo ora”. 

Primo piano
TMW Radio Sport