Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Pisa, D'Angelo: "Benevento esperto e forte, ma vogliamo riuscire in questa impresa sportiva"

Pisa, D'Angelo: "Benevento esperto e forte, ma vogliamo riuscire in questa impresa sportiva"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Claudia
lunedì 16 maggio 2022, 12:49Serie B
di Tommaso Maschio

In vista della trasferta di Benevento per l’andata della semifinale play off di Serie B, il tecnico del Pisa Luca D’Angelo ha parlato in conferenza stampa partendo dall’aspetto mentale della sfida: “Ricominciare dopo un po' che siamo rimasti fermi per il calendario non è un problema, si tratta solo di tre giorni in più. Non dobbiamo pensare ai precedenti questa è la partita che deve valere di più. Siamo arrivati terzi in uno dei campionati più difficili di Serie B, con tante squadre che si giocavano la promozione diretta e questa posizione è motivo di soddisfazione per tutti noi, ma allo stesso tempo abbiamo voglia e motivazioni per andare in Serie A. - continua D’Angelo come riporta Sestaporta Non sarà facile perché affronteremo una squadra con un organico forte, composto anche da due giocatori che andranno ai Mondiali. Il Benevento ha una delle rose più esperte della categoria, forse la più esperta, ma noi siamo una squadra con determinate caratteristiche e dovremo sfruttarle senza adattarci a loro. Io credo che alla fine i valori vengano fuori, com’è stato nel caso delle prime due che hanno meritato la promozione, vedremo chi riuscirà a farcela. Questo per noi dev’essere motivo di vanto e desiderio per riuscire in questa impresa sportiva”.

Spazio poi alla crescita della squadra e della società: “Noi abbiamo fatto benissimo, la crescita è stata costante in questi anni a parte il primo anno quando c’era una gran voglia di promozione diretta, poi abbiamo sfiorato i play off, conquistato una salvezza tranquilla in condizioni particolari e ora eccoci qui. Se una società migliora anno per anno, vuol dire che tutti lavorano nella maniera giusta. Tensione? Dormirò, di solito faccio più fatica a prendere sonno dopo le partite. Voti non ne ho fatti, ma credo nelle cose pratiche e nel reale”.

Infine spazio alle questioni tattiche con la possibile defezione di Hermannsson in difesa che si aggiunge a quello di Caracciolo: “Decideremo fra oggi e domani visto che si è allenato poco, ma penso comunque di portarlo fra i convocati. Se poi non dovesse farcela o giocherà De Vitis oppure adatteremo Touré in quel ruolo. De Marino è più terzino e metterlo dentro in una gara simile sarebbe troppo rischioso visto che non gioca da sei mesi. Il Benevento in avanti è molto forte, dobbiamo difendere bene e soprattutto farlo di squadra come abbiamo sempre fatto. Abbiamo una buonissima fase difensiva e domani dovremo farlo meglio del solito”.

Primo piano
TMW Radio Sport