Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoMonzaNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

Pisa, D'Angelo sul Monza: "Noi forti come loro, e capaci di interpretare bene queste gare"

Pisa, D'Angelo sul Monza: "Noi forti come loro, e capaci di interpretare bene queste gare"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Claudia
mercoledì 25 maggio 2022, 14:19Serie B
di Claudia Marrone

Il momento della verità è sempre più vicino, e domani ci sarà il primo round: Pisa e Monza, infatti, si affronteranno nella finale playoff di Serie B, che decreterà chi tra le due formazioni conquisterà la Serie A. Domenica la sfida di ritorno.

Ma è prima tempo di pensare all'andata. Così, in conferenza stampa, il tecnico dei toscani Luca D'Angelo: "Aver vinto le due gare in campionato contro il Monza non vale ormai più niente, non c'è da esaltarsi per quel doppio risultato, perché le prossime due sono due gare diverse da giocare sì con la stessa mentalità, voglia, determinazione e intensità che ci abbiamo messo nelle due gare precedenti... ma sono un altro tipo di partita".

Il discorso si sposta poi sulla rosa: "Tutti devono riuscire a giocare una gara più che ottima, sia chi entra che chi subentra: e se ritengo pronto uno dei diffidati, lo farò giocare lo stesso. Ho tutti a disposizione, tranne Caracciolo, e tutti possono partire dall'inizio, anche Benali: contro il Benevento è stato un cambio tecnico, non fisico. A ogni modo conta avere tanti giocatori in avanti che possono partire titolari e subentrare. La squadra si è allenata con attenzione, non si è parlato se non sotto l'aspetto calcistico dell'avversario, il punto di vista emotivo non si è trattato anche perché quando si gioca per vincere è un'ansia bella: anche a livello personale sono abbastanza tranquillo, giochiamo queste due gare che sono molto importanti, ma ci arrivo con la giusta calma. Perché so che possiamo vincere, sia perché siamo forti come loro che perché abbiamo già dimostrato di saper interpretare bene queste partite".

Spazio quindi all'avversario: "Solitamente il Monza gioca con il 3-5-2, non so se cambierà qualcosa. Quel che so è che servirà una partita completa sotto ogni aspetto, perché come ho detto loro sono forti. Di sicuro è la finale più giusta, lo dice la classifica: abbiamo disputato un intero campionato, queste due squadre sono arrivate terza e quarta, era giusto si giocassero questa possibilità".

Chiude con una nota personale: "Non è la gara più importante della mia carriera, era molto più importante lo spareggio che ho fatto quando allenavo il Rimini in C2 per non retrocedere in Interregionale: per fortuna andò bene. Erano pochi anni che allenavo, e rischiavo di rovinarmi il nome che ho a Rimini. Questa invece è una partita importante che stiamo facendo per la costruzione di un Pisa che, se non domenica, al massimo entro qualche anno tornerà in Serie A per rimanerci in maniera stabile".

Primo piano
TMW Radio Sport