Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroeSportsFormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A AtalantaBolognaCremoneseEmpoliFiorentinaHellas VeronaInterJuventusLazioLecceMilanMonzaNapoliRomaSalernitanaSampdoriaSassuoloSpeziaTorinoUdinese
Canali altre squadre AlessandriaAscoliAvellinoBariBeneventoBresciaCagliariCasertanaCesenaFrosinoneGenoaLatinaLivornoNocerinaPalermoParmaPerugiaPescaraPordenonePotenzaRegginaTernanaTurrisVenezia
Altri canali Serie BSerie CChampions LeagueFantacalcioNazionalieSportsStatisticheStazione di sosta

SPAL, Tacopina: "La priorità è ridurre numericamente la rosa, poi eventuali altri acquisti"

SPAL, Tacopina: "La priorità è ridurre numericamente la rosa, poi eventuali altri acquisti"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Mario Cadda Ufficio Stampa SPAL
sabato 13 agosto 2022, 00:19Serie B
di Claudia Marrone

Quando l'esordio in campionato si avvicina, e alle porte c'è la gara interna contro la Reggina, in casa SPAL ha preso parola il presidente Joe Tacopina: "Questa è una squadra completamente diversa rispetto a quella dell’anno scorso per una serie di aspetti. Sicuramente l’attenzione di molti giornalisti e tifosi si è incentrata sugli ultimi acquisti, ma io penso che la novità più grande sia la diversa forza mentale del gruppo. Quando prima dell’estate io e Fabio Lupo ci siamo seduti al tavolo per pianificare la nuova stagione non ci siamo soffermati tanto sui nomi, quanto sul valore umano dei calciatori che avrebbero dovuto vestire e onorare la maglia biancazzurra in questa stagione. Lì abbiamo concordato che non avremmo inseguito giocatori individualisti e senza il giusto atteggiamento, ma solo calciatori che avessero la giusta mentalità per costruire una nuova SPAL. E quanto ho avuto modo di vedere in questo inizio di stagione mi ha confermato che stiamo percorrendo la strada giusta. La forza mentale è un concetto su cui ho insistito molto parlando con lo staff tecnico e i ragazzi nel precampionato è quello di non disperdere energie su aspetti che sfuggono al nostro controllo, ma al contrario di concentrare tutti gli sforzi su ciò che è possibile gestire e controllare: ovvero atteggiamento e mentalità. Se la squadra sarà in grado di approcciare ogni sfida nel modo corretto, i risultati saranno la semplice conseguenza di quello che loro stessi metteranno in campo".

A proposito di mercato: "Sono entusiasta del lavoro fatto dal Direttore Tecnico Lupo e dai suoi collaboratori, perché sono stati capaci di costruire una squadra completa e competitiva, che ci permette di valutare senza assilli le opportunità che potrebbero presentarsi da qui alla chiusura del mercato. Al momento la nostra priorità è quella di ridurre numericamente la rosa per permettere alla squadra e allo staff di lavorare nelle migliori condizioni possibili, ma posso garantire che se vi sarà l’occasione per implementare ulteriormente il valore del nostro gruppo, non ci faremo sfuggire l’occasione".

La soddisfazione è relativa anche all’andamento della campagna abbonamenti: "Sono contento del numero di abbonamenti sottoscritti dai nostri tifosi e desidero ringraziarli per la fiducia concessa. Sono il nostro dodicesimo uomo in campo e non ho mai avuto alcun dubbio sulla loro risposta. Conoscete il mio carattere, sapete quanto sono ambizioso e per questo vi dico che vorrei vedere lo stadio sempre pieno, ma spetta a noi far crescere ancora l’entusiasmo e portare al “Mazza” sempre più tifosi per lottare tutti insieme ogni partita".

Il numero uno spallino ha poi concluso: "Domani festeggerò il mio primo anno da presidente della SPAL e posso affermare senza alcun dubbio che questa è l’esperienza più bella ed entusiasmante da quando sono entrato nel mondo del calcio ormai tredici anni fa. Sono stato letteralmente stregato dalla città di Ferrara e dai ferraresi, che mi hanno travolto con il loro affetto e la loro passione, facendomi sentire fin da subito a casa: per questo motivo non potrò che essere sempre grato a questa splendida comunità".