Menu Serie ASerie BSerie CCalcio EsteroQatar 2022FormazioniCalendari
Eventi LiveCalciomercato H24MobileNetworkRedazioneContatti
Canali Serie A atalantabolognacremoneseempolifiorentinahellas veronainterjuventuslazioleccemilanmonzanapoliromasalernitanasampdoriasassuolospeziatorinoudinese
Canali altre squadre alessandriaascoliavellinobaribeneventobresciacagliaricasertanacesenafrosinonegenoalatinalivornonocerinapalermoparmaperugiapescarapordenonepotenzaregginaternanaturrisvenezia
Altri canali serie bserie cchampions leaguefantacalcionazionaliesportsstatistichestazione di sosta
esclusiva

Lucchese, Tumbarello parla chiaro: "Abbiamo le potenzialità per centrare i playoff"

ESCLUSIVA TMW - Lucchese, Tumbarello parla chiaro: "Abbiamo le potenzialità per centrare i playoff"TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito
mercoledì 28 settembre 2022, 14:04Serie C
di Claudia Marrone

Tra i maggiori protagonisti della vittoria casalinga di sabato, contro il Rimini, in casa Lucchese c'è stato sicuramente Giorgio Tumbarello tra i più propositivi dei suoi (comunque autori di una buona prestazione collettiva).
Proprio il calciatore, è stato contattato dai microfoni di TuttoMercatoWeb.com per un punto generale sulla situazione.

Sette punti in cinque gare, e nono posto: soddisfatti di questo avvio di stagione?
"Si, siamo più o meno tutti soddisfatti perché le prestazioni ci sono sempre state, anche se qualche punto lo abbiamo perso per strada, vedi a esempio nel pari interno contro il Pontedera o a Fiorenzuola. Però questo è il calcio, alle volte dà e altre toglie, ma siamo sulla strada giusta per fare sempre meglio, e la vittoria centrata sabato ci dà morale".

Una vittoria che sicuramente vi proietta in modo diverso al match contro il San Donato, anche per come è maturata.
"Della gara contro il Rimini siamo effettivamente felici, nel primo tempo l'abbiamo indirizzata e nel secondo siamo stati bravi a gestirla, giocando come dovevamo, ma siamo consapevoli che questa gara è ormai passato, stiamo lavorando per confermarsi. Andremo a San Donato, ovviamente, per fare risultato, sapendo però che non sarà facile: le neo promosse sono sempre un'incognita".

A tal proposito, che gara ti aspetti?
"Le formazioni salite dalla D si conoscono sempre meno rispetto a quelle affrontate negli anni, ma sicuramente hanno fame e voglia di figurare bene in una categoria a loro nuova. Non fa eccezione il San Donato, basti vedere che gran partita ha fatto con la Reggiana, oltre il risultato: ha messo in difficoltà una delle squadre accreditate per la promozione. L'errore più grosso sarebbe prendere l'avversario sotto gamba, ma sono certo che non lo faremo".

Al netto degli avversari, c'è anche una Lucchese molto rinnovata. Dopo i mesi della passata stagione, che ambiente hai ritrovato?
"È vero, sono cambiate tante cose, ma l'ambiente è buono e sereno, si sta bene anche fuori dal campo, per quanto poi sia il risultato che conti e indirizzi magari il lavoro settimanale. Ma l'unità di intenti sta facendo la differenza, e siamo sempre più gruppo: anche i ragazzi arrivati negli ultimi giorni di mercato si sono integrati perfettamente, e a livello di condizione stiamo tutti bene".

La pressione di dover per forza ripetere almeno il risultato della passata stagione si avverte?
"Lo scorso anno abbiamo centrato i playoff, ed è ovvio che si parta da quel minimo, anche perché la dirigenza e il Ds Deoma hanno allestito una squadra importante e forte... vuoi o non vuoi, si percepisce che i playoff sono un obiettivo. Le potenzialità per arrivarci ci sono. Ma non dobbiamo montarci la testa o farci prendere dalla frenesia, c'è prima una salvezza da centrare e poi da guardare più su".

© Riproduzione riservata